/ Eventi

Eventi | 25 gennaio 2020, 13:58

#Sanremo2020: senza maschera è arrivato Junior Cally, prima al Globo poi a pranzo, nel pomeriggio le prove (Foto)

Oggi era senza maschera Junior Cally e, con quell’aria sbarazzina forse fa meno paura? Vedremo, soprattutto nel corso della settimana festivaliera quale sarà l’approccio del trapper romano e quale quello della critica.

#Sanremo2020: senza maschera è arrivato Junior Cally, prima al Globo poi a pranzo, nel pomeriggio le prove (Foto)

Da Red Ronnie e Loredana Bertè, da alcuni parlamentari ai Capigruppo di Sanremo. E’ sicuramente il cantante più discusso del Festival 2020 ed oggi è arrivato nella città dei fiori per le prove. Junior Cally sta contrapponendo le varie idee di arte e musica in tutta Italia, per quello che è sicuramente l’evento musicale più importante e mediatico della penisola.

Nei giorni scorsi è stato indicato da molti come l’antitesi della canzone ed il suo brano per Sanremo è stato etichettato come un inno alla violenza. Dall’altra parte c’è chi lo difende, ricordando altri cantanti che, non solo al Festival, hanno cambiato la musica partendo dall’immediato dopoguerra, ai giorni nostri.

Oggi è arrivato il suo momento delle prove ed era molto atteso, proprio per il bailamme mediatico che si è creato. Questa mattina l’arrivo all’hotel Globo di Sanremo, hotel a pochi passi dal Teatro Ariston, che ospita buona parte dello staff Rai e molti cantanti. Una prima visione del palco e, quindi, un fugace pasto in uno dei tanti ristoranti di piazza Bresca per un briefing con il suo entourage.

Nel pomeriggio è atteso all’Ariston per provare la sua discussa canzone e, successivamente, tornerà a casa per poi farsi nuovamente vedere a Sanremo poco prima del Festival. Oggi era senza maschera Junior Cally e, con quell’aria sbarazzina forse fa meno paura? Vedremo, soprattutto nel corso della settimana festivaliera quale sarà l’approccio del trapper romano e quale quello della critica.

Sarà sicuramente un argomento ‘caldo’ che non mancherà di far discutere e di garantire il classico ‘pepe’ che al Festival non manca mai ma che, quest’anno, sembra decisamente più ‘piccante’.

(Foto di Tonino Bonomo)

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium