/ Economia

Economia | 23 gennaio 2020, 11:00

Valute virtuali, è il tempo dei Bitcoin

In molti infatti stanno cominciando a prendere in seria considerazione l’idea di investire in bitcoin oppure in blockchain

Valute virtuali, è il tempo dei Bitcoin

L’argomento è di quelli che vanno più in voga al momento. In molti infatti stanno cominciando a prendere in seria considerazione l’idea di investire in bitcoin oppure in blockchain, valute virtuali che sono in circolazione da circa una decina d’anni. In moltissimi però, probabilmente la maggioranza delle persone, non ne sanno molto o addirittura non ne conoscono l’esistenza. Nonostante la tecnologia avanzata i più fanno ancora fatica a capire quale nesso possa esistere tra essa e l’economia, come i più moderni apparecchi possano coesistere con l’aspetto finanziario.

 Blockchain e Bitcoin, monete virtuali e registri digitali per la sicurezza.

Il mercato si sa ha diverse sfaccettature ed in pochi ne riescono a capirne i meccanismi, i sistemi ed i segreti. Spesso ascoltiamo in tv o leggiamo sui giornali continui numeri, un sali e scendi spesso vertiginoso che però appare chiaro solo a chi ne mastica con maggiore consistenza. E così arrivano anche queste monete virtuali ad entrar a far parte del nostro vivere quotidiano, della nostra economica, delle nostre attività più importanti. Ma quali sono e che cosa sono nello specifico queste virtual coin? La blockchain è un registro digitale condiviso tra diversi utenti che tra l’altro sono in continua crescita. All’interno di questo database ci sono dati criptati che risultano quindi inaccessibili a chi ne volesse fare un uso diverso da quello che per cui sono stati creati, di conseguenza risultano più sicuri della rete tradizionale di Internet così come noi la conosciamo. I Bitcoin invece rappresentano forse la criptovaluta più famosa e conosciuta al momento, le cui transazioni sono registrate proprio su una blockchain e resi quindi più sicuri. Ma questi bitcoin in realtà a che cosa servono? Come facilmente immaginabile possono essere usati per gli acquisti o anche per essere cambiati con valute reali. Ma, oltre a creare movimento, queste criptovalute possono essere tenute ferme come una sorta di investimento ed aspettare che il mercato si mostri favorevoli.

 Ma quali sono i vantaggi di questo tipo di moneta?

Se per il cartaceo i soldi sono conservati nei normali portafogli  una cosa simile si può riferire anche alle cripto valute. Esistono infatti dei portafogli digitali chiamati wallet, semplici applicazioni da istallare sul proprio telefono cellulare o tablet. Grazie ad esse è possibile acquistare bitcoin versando del normale denaro in un Exchange. Ce ne sono diversi tuttavia uno dei più conosciuti è Bitvavo, piattaforma intuitiva per qualsiasi tipo di transazione o una negazione, un prelievo e un deposito tra le diverse criprovalute come ad esempio, oltre alla già citata Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin. Ma ci sono dei vantaggi acquistando queste criptovalute? I pagamenti fatti in Bitcoin non sono gravati da una commissione in quanto possono essere impiegati anche da chi non dispone di un conto in banca, questa la grande differenza in riferimento all’utilizzo delle carte di credito cos è bitcoin era. In più, importante è il fatto che in questo tipo di pagamento è garantita e tutelata la privacy. Prendi le giuste info e scopri questo nuovo mondo della moneta virtuale.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium