/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2020, 11:13

Imperia: gli studenti del corso CAT del Ruffini parteciperanno al concorso “I futuri geometri progettano l'accessibilità”

Ai ragazzi del triennio, viene chiesto di realizzare progetti di abbattimento delle barriere architettoniche nel loro comune.

Imperia: gli studenti del corso CAT del Ruffini parteciperanno al concorso “I futuri geometri progettano l'accessibilità”

I ragazzi del corso CAT , gli ex geometri, del Ruffini di Imperia si sono iscritti per la prima volta al concorso nazionale “I futuri geometri progettano l'accessibilità” indetto dalla FIABA onlus e dal consiglio nazionale dei geometri.

Ai ragazzi del triennio, viene chiesto di realizzare progetti di abbattimento delle barriere architettoniche nel loro comune. I progetti riguarderanno differenti categorie d’intervento: spazi urbani, percorsi o aree pedonali, piazze, aree verdi e viabilità; oppure potrà riguardare edifici pubblici e scolastici, ma anche strutture per il tempo libero o per lo sport, per la cultura e lo spettacolo;

"Ci si è resi conto che l’unico modo per fare dell’accessibilità globale una caratteristica imprescindibile della buona progettazione è puntare sulle nuove generazioni, le quali non hanno sovrastrutture mentali legate ad un passato modo di concepire lo spazio; per essi l’accessibilità può essere un tema su cui sviluppare idee innovative e moderne, non una richiesta normativa a cui adeguare meccanicamente i progetti. - spiegano dalla scuola - Durante questa esperienza gli studenti potranno confrontarsi con le procedure reali del loro mestiere, arricchendosi di un bagaglio di competenze ed esperienze necessarie per il loro futuro professionale. All'interno dell'istituto sono presenti molti ragazzi con disabilità che parteciperanno attivamente al progetto come consulenti per indicare le criticità da loro riscontrate per permettere ai colleghi del corso CAT di progettare interventi incisivi sul territorio".

"Il corso Geometri-CAT rappresenta un’ottima scelta per la scuola superiore, perché unisce lo studio delle materie tecniche e scientifiche a tanti laboratori pratici che avvicinano i ragazzi al mondo del lavoro; con questo corso si impara ad usare gli strumenti di rilievo ed i mezzi informatici per la rappresentazione grafica. - sottolineano dall'istituto imperiese - Si insegna a sviluppare le competenze grafiche e progettuali e organizzative. Il diploma in Costruzioni, Ambiente e Territorio inoltre, consente lo svolgimento della libera professione di Geometra dopo 18 mesi di tirocinio e il superamento dell'esame di stato".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium