/ Attualità

Attualità | 17 gennaio 2020, 11:04

Salpa da Imperia il progetto 'Mediterranea', oggi la presentazione davanti agli studenti delle scuole (foto e video)

L'obiettivo è favorire la diffusione della cultura nautica, una delle radici autentiche della cultura del Mediterraneo. Si tratta di un'ulteriore spedizione, che fa seguito a quella quinquennale partita nel 2014

Salpa da Imperia il progetto 'Mediterranea', oggi la presentazione davanti agli studenti delle scuole (foto e video)

Il porto di Imperia base di partenza e arrivo del “Progetto Mediterranea” 2020/2022. Ideato dallo scrittore e marinaio Simone Perotti, consiste in una spedizione culturale e scientifica che farà un percorso di navigazione a vela per tutto il Mediterraneo. A ogni tappa saliranno a bordo dell'imbarcazione, un ketch armato a cutter di 18 metri, intellettuali, artisti, filosofi e operatori culturali.

L'obiettivo è favorire la diffusione della cultura nautica, una delle radici autentiche della cultura del Mediterraneo. Si tratta di un'ulteriore spedizione, che fa seguito a quella quinquennale partita nel 2014.

Il progetto è stato presentato questa mattina all’auditorium del Museo Navale, alla presenza di alcune scuole cittadine.

E’ un progetto che ha tanti obiettivi: culturale, scientifico e nautico – ha spiegato l’assessore alla cultura Marcella Roggeroe soprattutto è un progetto di collaborazione tra il comune di Imperia, Go Imperia e Mediterranea. Mediterranea è questa barca che ha navigato per cinque anni da un’idea di Simone Perotti, lo scrittore marinaio, e navigherà ancora. È arrivata ad aprile a Genova e poi ha deciso di fare il suo nuovo porto base a Imperia che non può che essere onorata e felice che questo porto, oltre a un futuro commerciale e turistico possa essere un bacino culturale”.

Si tratta di un progetto che si svolge in barca a vela. – spiega uno dei comandanti, Filippo Mennuni - Noi giriamo il Mediterraneo, lo abbiamo già fatto per cinque anni, e adesso ripartiamo per raccontare il Mediterraneo nelle sue diversità e nelle sue culture. Lo facciamo dal punto di vista dell’incontro con i popoli e anche dal punto di vista scientifico. Abbiamo dei programmi di campionamento delle acque, prelevamenti del plancton, e dei progetti che stiamo concludendo in questi giorni con alcune università. È un viaggio che nasce da un’idea di Simone Perotti, scrittore, marinaio, navigatore, che noi portiamo avanti in un gruppo di una cinquantina di persone. Siamo tutti volontari, facciamo parte di un’associazione, e portiamo questa barca a navigare e conoscere genti e realtà del nostro mare”.

Con orgoglio noi partecipiamo a questo progetto che unisce il mondo della vela, il mondo della scuola e il mondo scientifico in ambito mediterraneo. - spiega il presidente di Go Imperia Marco Mangia - Siamo tanto orgogliosi di poter ospitare la Mediterranea con il suo equipaggio e il comandante che ci hanno scelto proprio perché siamo bravi a ospitare e a rendere accogliente questo porto che ancora deve essere completato”.

Durante le vele d'epoca, a settembre, si terrà un talk show ad hoc sul progetto 'Mediterranea' che da Imperia dovrebbe salpare ad aprile.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium