/ Cronaca

Cronaca | 15 gennaio 2020, 12:17

Ventimiglia: frana di corso Toscanini, accordo tra Anas e Comune per la pulizia della strada (Foto e Video)

L'ente si occuperà della pulizia mentre il Comune dovrà mettere in sicurezza il fronte della scarpata.

Ventimiglia: frana di corso Toscanini, accordo tra Anas e Comune per la pulizia della strada (Foto e Video)

Accordo tra Anas e Comune di Ventimiglia per la frana di via Toscanini. L'intervento per pulire la strada dal grosso masso e dai tanti detriti di terra che sono caduti ieri sera verso le 19, circa 200 metri cubi, sarà eseguito da Anas.

Il Comune invece dovrà occuparsi della messa in sicurezza del fronte della scarpata. Nel frattempo, sino alla messa in sicurezza, la strada rimarrà chiusa. Per fortuna, oltre a non aver feriti o danni ad immobili, la frana non ha bloccato nessun accesso ad abitazioni. Quindi con non pochi disagi, rimango vie d'accesso alle abitazioni di Via Toscanini. Il Comune ha già incaricato un geologo per il preventivo di messa in sicurezza che dovrà essere fatto con somme di massima urgenza. Gli interventi che il Comune ha dovuto fare dalle ultime piogge ad oggi sono tanti e non riusciamo più a sostenerli economicamente.

E’ sempre bloccata la strada statale Aurelia a Ventimiglia, nella zona di corso Toscanini nei pressi del Forte dell’Annunziata, dove ieri sera un grosso fronte composto da rocce e terra è sceso, invadendo completamente la carreggiata.

Sul posto, ieri sono intervenuti i Vigili del Fuoco della città di confine, i Carabinieri, la Polizia Municipale ed anche il sindaco Gaetano Scullino, che è tornato nella zona questa mattina. Sul posto stanno lavorando due rocciatori, per agevolare la caduta del terreno rimasto sulla montagna e per rimuovere le reti che sono state distrutte dallo smottamento di terreno. Per fortuna non si sono registrati feriti.

La conferma è arrivata questa mattina dal Sindaco della città di confine, Gaetano Scullino, che è comunque preoccupato per quella che sarà la messa in sicurezza della parete, successiva alla rimozione dei detriti: “Per fortuna non registriamo feriti – ha detto - anche se dobbiamo intervenire subito su questa strada che, seppur secondaria, è particolarmente trafficata. Attraverso il geologo dovremo studiare la messa in sicurezza ed ora, con l’aiuto dell’Anas e dell’impresa, cercheremo di sgomberare la strada ma quello che ci preoccupa è il ripristino. Dovremo lavorare per la messa in sicurezza, da fare con grande attenzione e realizzare un progetto, per il quale chiederemo fondi alla Regione con i fondi di sicurezza, per sistemare l’intero versante”.

La frana si è verificata in un punto dove nel 2002 si era già verificato un analogo smottamento, tanto da essere messo in sicurezza con le reti. Nonostante questo la montagna ha ceduto portando a valle anche i sistemi di contenimento ed i pali dell'illuminazione pubblica. Non c'erano state avvisaglie di un possibile crollo.

“Contiamo sugli aiuti regionali e statali – prosegue il sindaco Scullino - L'intervento seguito dall'Ufficio tecnico del Comune, subito intervenuto sul posto, insieme all'assessore ai lavori pubblici Gianni Ascheri, comporterà che la strada resterà chiusa sino al termine devi lavori”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium