/ Politica

Politica | 12 dicembre 2019, 17:26

Rocchetta Nervina: sopralluogo dell'Assessore Giampedrone, il cronoprogramma conferma "Apertura all'Epifania"

“Lavoreremo per il posizionamento della gru ed il ponte verrà montato per poi essere traslato verso il suo posizionamento definitivo. Non si smetterà mai di lavorare per poter aprire il ponte e cavallo tra la prima e la seconda settimana di gennaio”.

Rocchetta Nervina: sopralluogo dell'Assessore Giampedrone, il cronoprogramma conferma "Apertura all'Epifania"

Sopralluogo dell’Assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, questo pomeriggio sulla frana che ha isolato Rocchetta Nervina, bloccato la strada Provinciale 68. L’Assessore ha già trovato una situazione completamente diversa da quella che noi stessi avevamo documentato venerdì scorso, a comprova che i lavori viaggiano particolarmente spediti.

E’ stato approntato il primo terrapieno, che sarà propedeutico alla costruzione della base della gru, che servirà al montaggio del ponte. L’Assessore Giampedrone ha confermato che i tempi sono rispettati: “Lavoreremo per il posizionamento della gru ed il ponte verrà montato per poi essere traslato verso il suo posizionamento definitivo. Non si smetterà mai di lavorare per poter aprire il ponte e cavallo tra la prima e la seconda settimana di gennaio”.

L’Assessore ha confermato che il ponte sarà comunque una soluzione provvisoria per lavorare al ripristino della strada provinciale, per dare un passaggio definitivo: “Ora lavoriamo al passaggio momentaneo ma non sarà assolutamente il ponte la soluzione definitiva”.

Il sopralluogo effettuato ha permesso di stabilire il seguente cronoprogramma dei lavori:
- Entro il 21 dicembre predisposizione della piazzola per collocare la gru come da indicazioni della ditta sul rilievo topografico effettuato dai tecnici;
- Realizzazione di due plinti su fondazioni indirette per l’appoggio degli stabilizzatori di valle;
- Realizzazione delle due travi di appoggio del ponte su fondazioni indirette
- Entro il 23-27 dicembre posizionamento della gru;
- Entro il 27 dicembre inizio montaggio sulla strada
- 27 dicembre distacco della linea elettrica con alimentazione alternativa delle utenze  di Rocchetta Nervina
- Dal 27 dicembre al 3 gennaio montaggio ponte a terra
- 4 gennaio varo del ponte sulle due spalle
- Entro il 7 gennaio allestimento e collaudo ponte per la messa in servizio.
- Dal 7 gennaio inizio dei lavori di ripristino della viabilità e prosecuzione dei lavori stradali per 4 mesi
- Entro fine maggio 2020 messa in servizio della nuova viabilità
- Inizio mese di giugno 2020 smontaggio del ponte metallico provvisorio.

Il Sindaco Marco Rondelli è fiducioso nei lavori che vengono svolti: “Ringrazio l’Assessore Giampedrone e voglio sottolineare che, fin dall’inizio, ci ha supportato. Stiamo lavorando alacremente per avere al più presto una nuova viabilità, nonostante siano nati problemi per la costruzione della base per la gru, ma non ci diamo assolutamente per vinti”.

Il Sindaco di Riva Ligure, Giorgio Giuffra, ha rappresentato la Provincia ed ha confermato il crono programma dei lavori: “E’ stato fatto un crono programma dettagliato per 700mila euro di interventi da fare ed entro Natale ci sarà la piazzola per la gru. Noi lavoriamo per ripristinare un passaggio dignitoso alla popolazione che ne ha bisogno. Ringrazio tutti i Sindaci e siamo al loro fianco per risolvere la problematica, senza dimenticare i funzionari ed il personale della Provincia, che lavora con lo stesso spirito di collaborazione”.

Dal punto di vista tecnico è stato il Dirigente del settore della Provincia, Michele Russo, a spiegare l’intervento: “La nostra preoccupazione maggiore è quella di posizionare la gru, che pesa 100 tonnellate ed ha un braccio di 14 metri. Costruiremo una base in sicurezza ed abbiamo anche il problema di circolazione sulle autostrade a Natale e, quindi contiamo di avere la gru tra il 23 ed il 27. Dopo la costruzione delle piastre arriverà la gru e si posizionerà. Quindi arriveranno i pezzi del ponte che verranno spostati a monte da una gru più piccola. Quella più grande, infine, li posizionerà”.

E sulle tempistiche? “Al 99% contiamo di aprire il ponte per i primi giorni di gennaio, ma voglio sottolineare che la Provincia sta dando il massimo su questa delicata operazione. Dobbiamo anche salvaguardare alcuni ponti sulla Provinciale per portare la gru e salvaguardare la sicurezza della stessa. Stiamo lavorando sul piano teorico e poi lo faremo su quello pratico, per poter intervenire velocemente ma in sicurezza”.

Carlo Alessi - Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium