/ Politica

Politica | 12 dicembre 2019, 14:15

"L'eliporto alla Go Imperia", in consiglio comunale il futuro della società e dello scalo turistico

Tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, come già anticipato, ci saranno le mozioni del Partito Democratico per il riconoscimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre e quella atta a favore di iniziative per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza

"L'eliporto alla Go Imperia", in consiglio comunale il futuro della società e dello scalo turistico

L’obiettivo  è che tutta l’area portuale abbia un unico concessionario”. Aveva spiegato così, lo scorso 29 luglio, il sindaco Claudio Scajola, le annunciate mosse che avrebbero portato la sua giunta a lavorare per ottenere la concessione dell’area su cui sorge il porto turistico alla Go Imperia, la società nata per volere del suo predecessore Carlo Capacci, e che dal 2014 ha in capo l’affitto d’azienda rinnovato annualmente, dal fallimento della Porto di Imperia spa, per la gestione ordinaria dello scalo.

Anche Scajola ha prorogato il titolo concessionario alla Go. Lo ha fatto lo scorso anno e si appresta a farlo anche per il prossimo con una delibera che dovrà essere approvata dal consiglio comunale del 20 dicembre alle 18, quando si tratteranno diversi argomenti sul futuro del porto e di Go Imperia, tra cui l’affidamento a quest’ultima dell’area demaniale in cui si trova l’eliporto.

A tema porto turistico si voterà anche l’adozione dello schema biennale degli acquisti di forniture e servizi per il biennio 2020-2021 e modifiche statutarie della Go Imperia, in particolare agli articoli 2, 13 e 16.

Tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, come già anticipato, ci saranno le mozioni del Partito Democratico per il riconoscimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre e quella atta a favore di iniziative per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo, istigazione all’odio e alla violenza.

Un’altra mozione, a firma Guido Abbo, capogruppo di Imperia al Centro, riguarda la proposta di azzerare l’imposta di soggiorno nei mesi invernali.

Si discuterà anche del piano di razionalizzazione delle partecipazioni societarie e la revisione periodica delle partecipazioni detenute al 31 dicembre 2018. Un altro argomento è il riconoscimento di due debiti fuori bilancio per l’effettuazione di interventi di somma urgenza a seguito degli eventi calamitosi di ottobre e novembre scorsi.

Rinviata al prossimo consiglio comunale la mozione di Progetto Imperia su Poggi.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium