/ Cronaca

Cronaca | 09 dicembre 2019, 07:11

Ventimiglia: negli ultimi due mesi in aumento il numero degli arrivi di migranti, 400 gli ospiti giornalieri (Video)

Numeri particolarmente alti, dettati in particolare dall’immigrazione su quella che viene denominata la ‘rotta balcanica’.

Ventimiglia: negli ultimi due mesi in aumento il numero degli arrivi di migranti, 400 gli ospiti giornalieri (Video)

Nonostante ci si trovi in pieno inverno e non si riscontrino problemi (se non sporadici) nelle vie del centro di Ventimiglia, al confine italo-francese non si ferma l’arrivo di migranti. Negli ultimi due mesi l’aumento è considerevole, tenuto conto che spesso vengono ospitate al Campo Roya fino a 400 persone al giorno. Numeri particolarmente alti, dettati in particolare dall’immigrazione su quella che viene denominata la ‘rotta balcanica’.

Molte persone, infatti, arrivano in questi ultimi tempi sulla costa della Grecia e, quindi, proseguono il loro viaggio della speranza attraverso i paesi balcanici, per poi arrivare nel Nord-Est del nostro paese. Ma le loro intenzioni sono quelle ormai di moltissimi, ovvero quello di raggiungere la Francia e, quindi, i paesi del Nord Europa. E, ovviamente, il passaggio per loro attraverso il confine tra Ventimiglia e Mentone, sembra obbligato.

Per questo il numero di ospiti nella città di confine è aumentato considerevolmente negli ultimi due mesi: “Il passaggio di persone è sempre fluttuante – ci ha detto il responsabile della Caritas Diocesana, Maurizio Marmo - ma, negli ultimi due mesi è aumentato decisamente rispetto alle settimane precedenti, in particolare per l’arrivo dalla ‘rotta balcanica’, perché in Grecia arrivano mote più persone che in Italia, dopo viaggi di settimane e, quindi, arrivano anche da noi per poi proseguire”.

Un lavoro, quello fatto dalle organizzazioni umanitarie a Ventimiglia sempre più importante: “Sono migliaia le persone che abbiamo incontrato in questi mesi e, oltre all’aiuto di beni primari, con il sostegno della ‘Diaconia Valdese’ e di ‘We World’, abbiamo implementato uno sportello di sostegno ai migranti. Viene fatta loro assistenza, in particolare sulla loro situazione legale e giuridica con orientamento ed informazione. Ma anche supporto psicologico, in particolare chi vive situazioni di difficoltà nell’inserimento o nel viaggio”.

Finirà mai l’emergenza migranti e si trasformerà mai in un fenomeno normale? “Effettivamente – termina Marmo - è difficile capire come si evolverà la situazione. In questo periodo parliamo di numeri bassi di immigrazione e, pensare che possa essere stoppata completamente è impossibile e controproducente per la nostra società. C’è bisogno comunque di mano d’opera e persone giovani che possano lavorare e dare un contributo economico e culturale. Se questo fenomeno fosse rivisto in modo meno problematico e drammatico, sarebbe un vantaggio per tutti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium