/ Politica

Politica | 05 dicembre 2019, 18:58

Taggia: episodi di microcriminalità negli ultimi tempi in città, interrogazione in Consiglio di Barbara Brugnolo

Nel documento viene chiesto al Sindaco ed alla Giunta il motivo per cui si è abbassata la guardia sulla sicurezza pubblica a un livello mai toccato fino ad ora, e quali siano le contromisure adottate o che si intende adottare al fine di far cessare una simile situazione.

Taggia: episodi di microcriminalità negli ultimi tempi in città, interrogazione in Consiglio di Barbara Brugnolo

“A seguito dei numerosi episodi di microcriminalità che si sono verificati negli ultimi mesi sia in Taggia che in Arma di Taggia, iniziate con un danneggiamento al corrimano delle scale di Villa Boselli (ancora non riparato) e proseguiti con furti ai danni di numerose attività commerciali, macchine con vetri spaccati, moto con bauletti scassinati, il Consigliere di opposizione Barbara Brugnolo, del Gruppo ‘Il passo giusto’ ha inviato una interrogazione per il prossimo Consiglio Comunale.

Nel documento viene chiesto al Sindaco ed alla Giunta il motivo per cui si è abbassata la guardia sulla sicurezza pubblica a un livello mai toccato fino ad ora, e quali siano le contromisure adottate o che si intende adottare al fine di far cessare una simile situazione.

“Per quanto intollerabili siano anche i singoli e sporadici episodi di microcriminalità in quella che è sempre stata una cittadina che poteva fare della tranquillità e sicurezza un proprio vanto – evidenzia il Consigliere Barbara Brugnolo – è inaccettabile che gli ultimi mesi siano stati caratterizzati da un susseguirsi di episodi notturni ai danni dei cittadini che devono veder tutelata la sicurezza propria e dei propri beni con ogni mezzo. Per questo chiedo chiarezza sulla situazione delle telecamere poste su tutto il territorio comunale, sul loro completo e totale funzionamento e sugli interventi manutentivi eseguiti sugli stessi. Perché se dobbiamo scegliere su come investire i soldi pubblici, è indiscutibile che la prima scelta debba avvenire sulla sicurezza per i nostri cittadini”.

Nello corso del prossimo Consiglio Comunale verrà sottoposta all’attenzione dell’Amministrazione anche un’altra interrogazione, nella quale verranno chiesto chiarimenti sull’intervento di restyling di viale delle Palme e in particolare sulla creazione della sopraelevazione del parcheggio nel viale e del teatro all’aperto nella zona, dove attualmente vi sono i parcheggi non a pagamento di via Caboto: “Un investimento di circa 700mila euro – evidenzia il Consigliere di opposizione - per andare a incrementare la zona di circa 9 parcheggi in più rispetto agli attuali: ebbene si, perché per la creazione del teatro all’aperto verranno eliminati i 41 parcheggi non a pagamento (è lecito pertanto chiedersi se anche i parcheggi che verranno creati nella buca del viale (visto il costo dell’investimento) resteranno non a pagamento, poiché lo ritengo quantomeno doveroso nei confronti della cittadinanza) mentre la sopraelevazione della buca prevede da progetto circa 60 posti auto. Considerato che una decina al piano inferiore verranno eliminati per creare gli spazi di manovra e la palificazione per la sopraelevazione, ci ritroviamo con un’opera che impegna centinaia di migliaia di euro di denari pubblici per avere alla fine 9 posti auto in più. Chiedo pertanto all’Amministrazione se non sia il caso di stralciare dal progetto di restyling la creazione dell’anfiteatro - che peraltro verrebbe creato in una zona circondata da palazzi e che inevitabilmente andrebbero a risentire del rumore degli spettacoli che vi si organizzeranno, al fine di mantenere i 41 posti auto attuali. Ben venga un anfiteatro che possa essere il centro di ritrovo e di manifestazioni, ma in una location circondata da più esercizi commerciali che possano giovare delle manifestazioni e della gente che vi graviterà, e meno circondata da palazzi ove il rumore può arrecare disturbo e soprattutto senza dover rinunciare a un cosi ingente numero di posti auto liberi, essenziali tanto per i cittadini quanto per i turisti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium