/ Cronaca

Cronaca | 03 dicembre 2019, 15:53

Rezzo: nove sfollati della frazione di Cenova ospitati nella ex caserma Manfredi di Pieve di Teco

I pasti sono assicurati dalla Croce Rossa pievese

Rezzo: nove sfollati della frazione di Cenova ospitati nella ex caserma Manfredi di Pieve di Teco

Da ieri pomeriggio nove persone sono ospitate all'interno dei locali dell'ex caserma Manfredi di Pieve di Teco.

Si tratta di una parte degli sfollati, 33 totali dei quali alcuni hanno trovato sistemazione temporanea da parenti e amici, di Cenova che sono stati costretti ad abbandonare la propria abitazione a seguito della frana che ha duramente colpito la frazione di Rezzo, con conseguente spostamento del bombolone del gas che rifornisce gli abitanti. 

All'interno dei locali è stato attrezzato un campo di prima emergenza con letti, servizi igienici e impianto di riscaldamento funzionante. I pasti sono assicurati dalla Croce Rossa di Pieve di Teco che, insieme alla Protezione Civile e alla direzione dell'assistente sociale dell'Unione di Comuni della Valle Arroscia Laura Gullo, si è occupata ieri dello spostamento da Cenova a Pieve di Teco.

Un importante segno di solidarietà in un momento difficile, quasi tragico per chi ha dovuto lasciare la propria casa. Anche il comune di Pornassio ha fin da subito dato la propria disponibilità per accogliere gli sfollati, ma si è preferita la soluzione Pieve di Teco perché più vicina alla stessa frazione.

Gli ospiti potranno rimanere nella struttura pievese fino a quando ne avranno necessità. Intanto a Cenova proseguono le operazioni di messa in sicurezza dei Vigili del Fuoco con lo svuotamento del bombolone.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium