/ Ventimiglia Vallecrosia...

Ventimiglia Vallecrosia Bordighera | 21 novembre 2019, 11:53

Ventimiglia: disagi e danni per un privato vicino a ponte di Bevera, operai CoGeFa all’opera per ripristinare condotta Domus (Foto)

Il tubo per lo scolo delle acque piovane raccolte nell’area industriale è stato accidentalmente ostruito durante i lavori del costruendo ponte di Bevera con conseguente sversamento nella proprietà di un privato.

Ventimiglia: disagi e danni per un privato vicino a ponte di Bevera, operai CoGeFa all’opera per ripristinare condotta Domus (Foto)

A Ventimiglia da ieri sono in corso i lavori di ripristino della condotta delle acque bianche di Immobiliare Domus. Il tubo per lo scolo delle acque piovane raccolte nell’area industriale è stato accidentalmente ostruito durante i lavori del costruendo ponte di Bevera con conseguente sversamento nella proprietà di un privato.

Appreso del problema, il Sindaco della città di confine, Gaetano Scullino, si è adoperato per risolvere il problema. L’ormai unica area verde rimasta nella piana in destra del Torrente Bevera, oltre ad essere fonte di reddito per Giovanni Settimo che ne coltiva le piante, rappresenta anche un importante corridoio ecologico di collegamento tra l’area fluviale e l’area boschiva del Monte Magliocca presenti nel Progetto rete natura 2000, la sua conservazione e protezione ha pertanto anche importanti risvolti ambientali.

"L’area rimasta confinata in depressione è già pericolosamente messa a rischio dalla distruzione dell’impluvio del rio - evidenzia Giovanni Settimo - che discende dal soprastante versante collinare, pertanto il tempestivo intervento di ripristino della condotta di scarico nel greto del Torrente Bevera ad opera dell’impresa CO.GE.FA. S.p.A. risulta di notevole importanza. - spiega il cittadino ventimigliese - Il riportare a uno stato di funzionalità la condotta in questione ovviamente non risolve il grave problema idraulico venutosi a creare nell’area con la chiusura del rio che dovrebbe scorrere in un alveo adeguato nelle immediate vicinanze e la proprietà danneggiata, che ne è consapevole, auspica che chi ne ha l’autorità e la competenza si adoperi per imporne al responsabile il ripristino, al fine di eliminare i continui allagamenti che mettono in pericolo la proprietà incolpevolmente rimasta confinata in depressione".


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium