/ Politica

Politica | 21 novembre 2019, 16:39

Iren offre 6,2 milioni per l'acquisizione di 'SanremoLuce': prima nella procedura ad evidenza pubblica

Iren Mercato acquisirà i nuovi clienti garantendo loro la stessa elevata qualità di servizio e la stessa attenzione riservata alla propria clientela storica.

Iren offre 6,2 milioni per l'acquisizione di 'SanremoLuce': prima nella procedura ad evidenza pubblica

Iren Mercato Spa, è risultata prima in graduatoria nella procedura ad evidenza pubblica per la vendita del ramo d’azienda ‘SanremoLuce’, messo in vendita da Amaie Spa, società che gestisce la distribuzione dell’energia elettrica nel ponente ligure.

Iren Mercato ha offerto 6,2 milioni di euro, superando così la concorrenza degli altri operatori. L’acquisizione dei nuovi clienti (23mila clienti elettrici nel mercato della maggior tutela), consentirà al gruppo Iren di aumentare l’energia elettrica venduta di circa 50 GWh/anno, con un fatturato annuo atteso pari a circa 13,6 milioni di euro nel 2020.

Iren Mercato acquisirà i nuovi clienti garantendo loro la stessa elevata qualità di servizio e la stessa attenzione riservata alla propria clientela storica. Inoltre proporrà sul nuovo territorio l’intera propria gamma di servizi, inclusa un’ampia selezione di prodotti per la ‘smart home’ e l’efficienza energetica e un’offerta completa per la mobilità elettrica a zero emissioni che comprende e-car, stazioni di ricarica ed e-bike.

“L’operazione - hanno detto il Presidente di Iren, Renato Boero, e l’Amministratore Delegato, Massimiliano Bianco - permetterà al Gruppo di aumentare la propria base clienti e continuare il processo di consolidamento nei propri territori di riferimento. Grazie all’acquisizione, sarà possibile accelerare la crescita degli utenti finali verso il target di 2,25 milioni di clienti annunciati durante la presentazione del nuovo piano industriale, sviluppare ulteriormente la propria politica commerciale e rafforzare il ruolo di fornitore di servizi per il cittadino nell’area del ponente ligure”.

Come saranno utilizzati i 6,2 milioni? Il presidente Pancotti ha spiegato: “Pagheremo le tasse e non sarà un’operazione indolore, poi pagheremo i debiti. Amaie è una società con un conto economico in pareggio ma si porta dietro un fardelli di debiti che risalgono al primo decennio del 2000 quando la società, per risolvere un problema di deficit, ha contratto un debito importante nei confronti di Cassa Conguagli”. 

Oltre alla maxi offerta di Iren, ad Amaie è arrivata anche quella da circa 4 milioni di Acea, la società che opera al momento su Roma. Iren al momento opera nel Nord Ovest e, in particolare, a Parma e Torino per un totale di circa 2 milioni di utenti.

Il tutto va in ottica 2025 quando saranno messi nuovamente all'asta i servizi di distribuzione dell'energia elettrica, gara alla quale potranno partecipare solamente le aziende che hanno più di 100 mila contatori.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium