/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2019, 11:48

Imperia: inaugurato il restauro dell'orologio di via Cascione finanziato da Sergio Cecchinel "Gesto sentito fortemente" (Foto)

Tante persone partecipanti compresi gli assessori Gandolfo e Gagliano

Imperia: inaugurato il restauro dell'orologio di via Cascione finanziato da Sergio Cecchinel "Gesto sentito fortemente" (Foto)

"Era un gesto sentito perché qui siamo nel cuore di Porto Maurizio, spero sia anche un invito affinché chi può si adoperi per altre opere utili per la comunità", queste le parole del cavalier Sergio Cecchinel che di tasca propria ha finanziato il restauro dello storico orologio della crociera "dei Rambaldi", all’incrocio tra via Cascione e via Mazzini.

Oggi l'inaugurazione ufficiale post restauro conservativo con il signor Cecchinel, gli assessori all'Arredo Urbano Laura Gandolfo e alla Viabilità Antonio Gagliano, lo storico Enzo Ferrari e tante persone, legate all'orologio e alla sua storia, accorse sul posto nonostante la pioggia.

"Avevo in testa questo orologio dall'insediamento, perché per me è fonte di ricordi – ha spiegato l'assessore Gandolfo. Sono cresciuta qui andando a scuola in piazza Mameli, quindi il 'ci vediamo sotto l'orologio' era all'ordine del giorno. Ho chiamato il signor Cecchinel per chiedere informazioni e lui immediatamente mi ha detto che ne se sarebbe occupato personalmente. Questo è stato un esempio virtuoso, che fa piacere alla città. Lo ringrazio perché con dedizione e amore si è dedicato a quest'opera di restauro.

Questo orologio è qualcosa per Porto Maurizio, punto di ricordi, d'incontro, e le persone che sono qui oggi apprezzano sicuramente oltre il restauro  anche la generosità e questo esempio di sentirsi parte della città del cavalier Cecchinel".

"Sono un cultore del collezionismo e delle cose storiche, tutti mi dicevano che era necessario salvarlo perché rischiavamo di trovarcelo per terra – ha detto Cecchinel. Io sono nato in cima a via Carducci e anche quell’affresco a inizio via sono riuscito, insieme ad altri, a salvarlo. E’ anche un invito per chi può, perché questi non sono lavori che costano poco. Le ditte vengono mandate dalle Belle Arti che ci hanno sempre controllato. Siamo riusciti ad arrivare in porto con un restauro conservativo che cerca di salvare quando bisognoso. All’interno dell’orologio ci sono tanti materiali diversi, l’abbiamo riportato all’originale dando anche un prodotto apposito per evitare ruggine e quant’altro. Mando un invito a tutti perché ci sono tante altre cose da fare, l’amministrazione ha tante altre rugne. Questo orologio è importante perché è la storia del cuore di Porto Maurizio, qui c’erano tutti i palazzi, le attività e la vita della città".

Le intemperie e l'usura del tempo avevano in parte oscurato la bellezza dell'orologio. Pezzo storico, a quattro facce con il guscio esterno che ha 127 anni ed è stato installato in loco il 28 settembre 1892 dalla ditta milanese Sommaruga. Oggi può tornare a splendere e a essere simbolo per portorini e turisti.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium