/ Cronaca

Cronaca | 20 novembre 2019, 14:47

Sanremo: dopo l'atto vandalico ripristinate le targhe in memoria di Tiziano Chierotti, il gesto di generosità di un alpino matuziano

"Ci consola il pensiero che atti di protesta o di stupido vandalismo siano seguiti da gesti di grande solidarietà e amicizia".

Sanremo: dopo l'atto vandalico ripristinate le targhe in memoria di Tiziano Chierotti, il gesto di generosità di un alpino matuziano

"Ci consola il pensiero che atti di protesta o di stupido vandalismo siano seguiti da gesti di grande solidarietà e amicizia".

Con queste parole, Piero e Gianna Chierotti, hanno annunciato il ripristino delle due targhe in memoria del figlio, Tiziano, il caporale maggiore degli Alpini, ucciso in Afghanistan, il 25 ottobre 2012. Le due targhe facevano parte della stele commemorativa, posizionata a Sanremo, a Pian di Nave, nella aiuola dedicata alla memoria del 24enne originario di Arma di Taggia. 

Purtroppo ad ottobre, nel 7° anniversario della tragica scomparsa, qualcuno ha rimosso le targhe, dove trovavano spazio due scritti: in uno le motivazioni per l'ottenimento della Croce d'Onore e nell'altro la preghiera dell'arcivescovo ordinario militare per l'Italia, Vincenzo Pelvi. 

Dopo la rimozione era stato lo stesso padre di Tiziano a lasciare un messaggio inequivocabile per i responsabili di questo grave gesto:  “Per il povero vandalo, ricordati che Tiziano è morto anche per te”. Oggi i genitori di Tiziano Chierotti  rompono il silenzio annunciando il ripristino grazie ad un gesto di solidarietà e fraterna amicizia arrivato da un commilitone. 

"Ecco...ripristinate oggi le targhe sul leggio di Tiziano a Piano di Nave. Questo grazie alla generosità e al cuore grande di un Alpino di Sanremo Paolo Pignotti. Ci consola il pensiero che atti di protesta o di stupido vandalismo siano seguiti da gesti di grande solidarietà e amicizia. Grazie Paolo, e grazie a tutte le persone che con messaggi, telefonate e scritti ci hanno dimostrato la loro vicinanza e il loro amore verso Tiziano" - hanno fatto sapere Piero e Gianna Chierotti.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium