/ Solidarietà

Solidarietà | 25 novembre 2019, 14:15

Sanremo: sabato prossimo, presentazione del nuovo progetto del Centro per la tutela del malato

Durante la riunione verrà ufficializzata la collaborazione di 'Sanremo Libera' con l'associazione Piccoli Cuori Onlus di Genova

Sanremo: sabato prossimo, presentazione del nuovo progetto del Centro per la tutela del malato

Il Direttivo di Sanremo Libera informa che sabato 30 novembre 2019 alle ore 11.30, presso la sala conferenze dell'hotel Nazionale di Via Matteotti a Sanremo, avrà luogo la conferenza stampa organizzata dall'Associazione Sanremo Libera, rinviata nel week end a causa dell'allerta meteo.

Durante l'incontro verrà ufficializzata la collaborazione con l'associazione Piccoli Cuori Onlus di Genova unitamente alla presentazione del nuovo progetto del Centro per la tutela del malato. Nel corso della conferenza sono previsti degli interventi a tema.

“Per ‘Piccoli Cuori’ – si spiega nel comunicato - arriveranno da Genova il Presidente Fabio Schiavi, il vice Giorgio Denevi (che, da relatore, svilupperà il tema legato al grande aiuto fornito dalle Onlus tramite il volontariato) ed Enrica Grattarola in rappresentanza dei consiglieri.

Gli altri interventi in programma, saranno mirati a far comprendere al meglio le finalità e l'importanza del progetto che mette al centro il rispetto dei diritti e la tutela del malato.

Prenderanno la parola l'avvocato Alberto Pezzini che farà una panoramica sugli aspetti legali squisitamente penalistici, mentre spetterà all'avvocato Patrizia Ritondale, trattare quelli civilistici. Altro fondamentale intervento sarà quello della Dott.ssa Lucia Scesa, (laureata in Pedagogia ad indirizzo psicologico con vari master all'attivo conseguiti presso il centro studi Erickson di Trento e centro di formazione permanente dell'Università Cattolica di Milano) che affronterà il tema ‘Malattia e paura: l'importanza di una comunicazione chiara ed empatica. La 'paura', come tutte le emozioni che connotiamo come negative è  solo 'mancanza di...'. Quando si è malati, tutto si tinge di assenza. 

La percezione è quella dell’isolamento e della solitudine. Quindi della paura. Una buona comunicazione fra medico, paziente e famigliari permette di affrontare in modo meno traumatico la nuova situazione ed il cambiamento.

Tutta la cittadinanza è cordialmente invitata”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium