/ Politica

Politica | 19 novembre 2019, 13:13

Liguria Popolare guarda al futuro e propone un tavolo di lavoro per le Autostrade del Mare: “Che Sanremo sia capofila per il ponente ligure”

Tommasini e Correnti: "Una nuova sfida progettuale che tutte le amministrazioni comunali, provinciali e regionali, capitanerie di porto, e le associazioni di categoria devono accettare per diminuire il traffico nelle strade e creare nuovi collegamenti per residenti e turisti"

Piero Correnti e Sergio Tommasini

Piero Correnti e Sergio Tommasini

“Durante la scorsa assemblea annuale ANCE Imperia ha lanciato una proposta che il Comune di Sanremo dovrebbe cogliere e sviluppare. Una nuova sfida per il futuro del trasporto pubblico locale: le autostrade del mare. Una nuova nave-bus che possa collegare agevolmente Ventimiglia a Diano Marina e dialogare anche con la vicina costa azzurra francese”. Ad affermarlo sono Sergio Tommasini e Piero Correnti, consiglieri comunali matuziani di Liguria Popolare, in vista della discussione della pratica (QUI) nel Consiglio Comunale del 21 novembre prossimo.

“Una nuova sfida progettuale che tutte le amministrazioni comunali, provinciali e regionali, capitanerie di porto, e le associazioni di categoria devono accettare per diminuire il traffico nelle strade e creare nuovi collegamenti per residenti e turisti. Questo nuovo schema di viabilità via mare attraverso un servizio di trasporto nautico che collega le coste del Ponente Ligure potrebbe configurare una reale viabilità alternativa al trasporto su gomma e strada ferrata che oggi è saturo, investendo sul territorio per la creazione di nuove infrastrutture, parcheggi, punti di approdo e nuove reti viarie.

A livello Europeo il programma Autostrade del Mare prevede un efficiente sistema di trasporti marittimi in grado di accrescere l’efficacia e la competitività della modalità di trasporto combinata strada-mare. Le Autostrade del Mare sono una soluzione alternativa e spesso complementare al trasporto stradale, che consente di far viaggiare camion, container e automezzi sulle navi. In questo modo, in un’ottica di sviluppo ecosostenibile, viene limitato il congestionamento della rete stradale con conseguenti benefici in termini di prevenzione degli incidenti e di riduzione dell’inquinamento prodotto dal trasporto su gomma.

A livello Italiano, come braccio operativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), RAM S.p.A promuove il programma Autostrade del Mare, sostenendo e coordinando le azioni volte a definire il Master Plan Mediterraneo del sistema integrato di trasporto.

[RAM - Logistica, Infrastrutture e Trasporti Spa, società in house del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a capitale interamente detenuto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, nasce nel 2004 con il nome Rete Autostrade Mediterranee (RAM), con l’obiettivo di attuare il cosiddetto "Programma Nazionale delle Autostrade del Mare" all’interno del più ampio contesto della Rete Trans-Europea dei Trasporti (TEN-T), con specifico riferimento al Corridoio trasversale Motorways of the Sea (MoS)]

Liguria Popolare chiede quindi che il Comune di Sanremo apra un tavolo di lavoro e sia capofila di una proposta da presentare alla RAM S.p.A. Sanremo deve essere capofila del ponente ligure e strutturare il progetto e trovare le eventuali forme di co-finanziamento a livello nazionale ed europeo”. 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium