/ Cronaca

Cronaca | 19 novembre 2019, 12:11

Monesi: la neve ha bloccato i lavori sulla nuova strada, giovedì prossimo il punto della situazione

Ci sarebbe il manto per aprire gli impianti (anche se per questo bisognerà aspettare il prossimo anno) ma ovviamente non si possono raggiungere. La ditta incaricata ha lavorato nel fango ma con la neve nulla si può fare.

La situazione della strada il 3 settembre scorso

La situazione della strada il 3 settembre scorso

Il maltempo, ma soprattutto la neve, stanno rallentando i lavori per l’apertura della strada che riporterà il collegamento con Monesi e, perché no, la riapertura degli impianti sciistici dell’unica località invernale della nostra provincia.

La nevicata di questa ultime ore, che ha portato circa 50 centimetri di coltre bianca a Monesi e Piaggia, ha bloccato gli interventi della ditta ‘Silvano’ che ha lavorato senza sosta da quando è stato aperto il cantiere e che ancora ieri era sul posto per tentare di andare avanti. Nei giorni scorsi i lavori sono proseguiti anche se il fango creava non pochi problemi agli operai, viste le continue e forti piogge degli ultimi giorni.

Oggi, però, purtroppo, con la neve è impossibile proseguire e, proprio per questo, è stata indetta per giovedì una riunione con la direzione lavori per capire il da farsi. Un vero peccato, perché grazie al lavoro svolto in questi mesi, la ditta ‘Silvano’ era ad un passo dal consegnare la strada. Per un mese gli operai hanno lottato con il fango ed anche i macchinari utilizzati avevano problemi a muoversi.

Nonostante questo, se non avesse nevicato la strada sarebbe stata pronta, come era stato evidenziato nei mesi scorsi, entro la fine dell’anno. Lunedì scorso erano stati anche portati i guard-rail per il loro montaggio ed era pronta anche la ghiaia da sistemare sulla strada, in previsione della successiva asfaltatura. E pensare che, lo scorso anno non si erano viste precipitazioni fino a fine dicembre. Se fosse accaduto quest’anno la strada sarebbe stata ultimata.

Ora è ovviamente difficile fare previsioni sulla ripresa dei lavori, perché con la neve è praticamente impossibile intervenire. E, purtroppo, le previsioni non preannunciano nulla di buono anche per i prossimi giorni. Ora c’è da attendere giovedì per capire cosa scaturirà dalla riunione prevista per fare il punto della situazione. Sicuramente, per terminare la strada serve un mese di lavori. Ma ovviamente con le intemperie non si possono fare previsioni esatte.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium