/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2019, 16:03

Progetto ‘Scuole Sicure’: agenti di Polizia e cinofili insieme nelle scuole della nostra provincia, ieri un doppio intervento

“Il fine ultimo del Progetto – afferma il Questore Capocasa - è quello di rendere più sicuri i plessi scolastici, specialmente contrastando il fenomeno dello spaccio e consumo di stupefacenti tra i giovani, alternando momenti di confronto ed informazione a controlli di routine".

Progetto ‘Scuole Sicure’: agenti di Polizia e cinofili insieme nelle scuole della nostra provincia, ieri un doppio intervento

La Polizia di nuovo nelle scuole per educare i giovanissimi al rispetto della legalità e a prevenire fenomeni potenzialmente pregiudizievoli per gli stessi. Nella giornata di ieri, il personale della Questura di Imperia e del Commissariato di Sanremo, insieme all’Unità Cinofila della Questura di Genova, hanno ispezionato l’Istituto Edile S.E.I. – C.P.T. di Imperia e l’Istituto d’Istruzione Superiore Ruffini-Aicardi sezione Agraria di Sanremo.

“Il fine ultimo del Progetto – afferma il Questore Capocasa - è quello di rendere più sicuri i plessi scolastici, specialmente contrastando il fenomeno dello spaccio e consumo di stupefacenti tra i giovani, alternando momenti di confronto ed informazione a controlli di routine effettuati dai Poliziotti di Quartiere, a quelli eccezionali svolti dalle unità cinofile specializzate”. Prevenzione, educazione e repressione sono gli step fondamentali di un modus operandi che la Polizia di Stato da tempo applica negli istituti scolastici della Provincia.

Come sempre, prima dei controlli si è svolto un 'momento educativo', nell’ambito del quale si tende ad instaurare con i ragazzi un dialogo sulla cultura della legalità, al fine di fornire spunti di riflessione che possano orientare le loro condotte e renderli consapevoli delle ripercussioni, soprattutto sotto il profilo giuridico, che conseguono al cattivo utilizzo dei social e all’abuso di alcool e  sostanze stupefacenti.

Il Dirigente scolastico del S.E.I. – C.P.T. professor Francesco Castellaro ha detto: “Sono molto soddisfatto dell’incontro svoltosi nella nostra scuola. I poliziotti hanno affrontato temi per i quali i giovani oggi sono più vulnerabili come quelli legati all’uso del web, il cyberbullismo, il bullismo, la sicurezza e i rischi conseguenti alle loro azioni. Ringrazio la Polizia di Stato per aver dato avvio al progetto mediante visite nella nostra scuola e incontri con i ragazzi, che auspico possano infondere nei nostri giovani allievi più attenzione e consapevolezza verso la legalità”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium