/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2019, 15:01

Sanremo: anche nell'anno che sta per terminare il Golf degli Ulivi e 'Roi' hanno prodotto 6.000 bottiglie di olio 'Cru'

Tra l’altro, con la gestione delle 6.000 bottiglie di olio da parte della ditta ‘Roi’, il ‘golf’ sanremese risparmia la totale manutenzione delle piante, oltre ad avere anche una percentuale di vendita sulle bottiglie che vengono acquistate.

Sanremo: anche nell'anno che sta per terminare il Golf degli Ulivi e 'Roi' hanno prodotto 6.000 bottiglie di olio 'Cru'

Sono ben 6.000 le bottiglie d’olio prodotte alla fine del 2018 e commercializzate quest'anno dal Golf Club degli Ulivi di Sanremo, insieme all’azienda ‘Roi’ di Badalucco. Si tratta di un risultato straordinario, che conferma la volontà dello storico club matuziano, di unire l’indirizzo sportivo a quello della produzione di olio, grazie alle 1.800 piante sui 36 ettari che insistono sul ‘green’.

Piante che, fino al 2013, non avevano una manutenzione costante e che, dal 2014, grazie all’accordo con la ditta ‘Roi’, viene fatta in modo totalmente biologico. Le 6.000 bottiglie da mezzo litro di ‘Cru Golf’, un olio di grande qualità, è stato venduto quasi esclusivamente nel Nord Europa, anche per promozionare la struttura sanremese, particolarmente ambita da molti giocatori nei mesi invernali, quando è più difficile svolgere l’attività per il clima che, invece, a Sanremo è decisamente più mite.

Il ‘Cru Golf’ è un altro prodotto di eccellenza della città dei fiori che dà ulteriore lustro a Sanremo ed al circolo matuziano. Tra l’altro, con la gestione delle 6.000 bottiglie di olio da parte della ditta ‘Roi’, il ‘golf’ sanremese risparmia la totale manutenzione delle piante, oltre ad avere anche una percentuale di vendita sulle bottiglie che vengono acquistate.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium