/ Politica

Politica | 16 novembre 2019, 12:29

Imperia: il PD ha presentato la 'Mozione Segre' per chiedere al Comune un'azione contro razzismo e xenofobia

La proposta prende il nome dalla Senatrice a vita Liliana Segre e vuole essere un documento di indirizzo politico a sostegno della Commissione istituita dal Senato della Repubblica.

Liliana Segre

Liliana Segre

Il Partito Democratico di Imperia ha presentato la mozione 'Segre' per incitare il Comune a creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e la xenofobia e contro le discriminazioni di religione. La proposta prende il nome dalla Senatrice a vita Liliana Segre e vuole essere un documento di indirizzo politico a sostegno della Commissione istituita dal Senato della Repubblica. È lei infatti la prima firmataria della mozione 136, nata per promuovere un'azione istituzionale, nazionale, forte contro il diffondersi di forme d'odio, intolleranza, razzismo, antisemitismo e neofascismo.

"Come Partito Democratico di Imperia abbiamo depositato questo pomeriggio sotto forma di mozione il documento proposto da ALI-Autonomie Locali Italiane, un documento di indirizzo politico volto ad impegnare il Sindaco e la giunta a sostenere il percorso della Commissione istituita dal Senato della Repubblica, approvando la mozione n.136 a prima firma Liliana Segre, con adeguate iniziative d’informazione e fornire elementi utili al lavoro della stessa Commissione" - spiegano dal PD.

"Vorremmo che l'amministrazione si impegnasse a coltivare la memoria dell’antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi, della persecuzione degli ebrei e dalla Shoah, collaborando con le associazioni per la tutela e la valorizzazione della memoria della Resistenza, aiutando la ricerca storica, lo studio della storia contemporanea e l’educazione alla cittadinanza e Costituzione nelle scuole. - precisano nel documento - Chiediamo anche un impegno per creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e la xenofobia e contro le discriminazioni di religione, in collaborazione con le diverse comunità di fede ed etniche, anche con lo scopo di promuovere e condividere le regole di cittadinanza. Infine, di aderire alla Rete delle città per la memoria, contro l’odio e il razzismo".

"Questa è una mozione che assume una importanza sociale e culturale molto rilevante in una provincia come la nostra, insignita della medaglia d’oro al valor militare il 6 luglio 1979 per aver avuto un ruolo rilevante per le attività partigiane nella guerra di liberazion,. In attesa che la mozione venga presentata e discussa nel successivo Consiglio Comunale ci auspichiamo che essa possa trovare la comunione di intenti e che venga approvata all’unanimità come avvenuto in Consiglio Regionale lo scorso 5 novembre" - concludono dal PD.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium