/ Cronaca

Cronaca | 14 novembre 2019, 18:28

La società organizzatrice di 'Miss Italia' condannata a pagare 1,3 mln alla 'Gruppo Eventi' che organizza 'Casa Sanremo'

La ‘Gruppo Eventi’ aveva comunque pagato regolarmente i fornitori e le maestranze impegnate nella produzioni, a conferma della solidità di un’azienda che è impegnata su Sanremo da 13 anni.

Vincenzo Russolillo

Vincenzo Russolillo

La società ‘Miren’ di Patrizia Mirigliani, che organizza il concorso di bellezza ‘Miss Italia’, dovrà pagare quasi 1,3 milioni di euro alla ‘Gruppo Eventi’ di Vincenzo Russolillo, organizzatore molto conosciuto anche a Sanremo, per essere il patron di ‘Casa Sanremo’, al Palafiori.

La vicenda giudiziaria ha visto la ‘Gruppo Eventi’ coinvolta dopo aver prodotto per 2 anni ‘Miss Italia’ (2016 e 2017 quando era trasmesso da La7). Nel 2016 e 2017 il ‘Gruppo Eventi’ ha prodotto la trasmissione di La7 e, in quei due anni si erano registrati ottimi risultati sulla qualità della trasmissione ed i relativi ascolti. Nel 2018, pur non avendo saldato i debiti con l’azienda si è rivolta ad un’altra società, la ‘Infront’, leader a livello mondiale per i diritti sullo sport.

All’epoca la ‘Gruppo Eventi’ chiese il dovuto senza riscontri, aderendo poi ad una azione legale per garantire gli interessi dell’azienda. E, proprio ieri, il Tribunale civile di Roma ha accolto la richiesta di ordinanza ingiuntiva di pagamento di 1.255.462 euro alla società di Patrizia Mirigliani (oltre al pagamento delle spese).

“Nonostante il mancato pagamento della ‘Mirem’ - ci ha detto Vincenzo Russolillo - la ‘Gruppo Eventi’ aveva comunque pagato regolarmente i fornitori e le maestranze impegnate nella produzioni, a conferma della solidità di un’azienda che è impegnata su Sanremo da 13 anni. Con la stessa dedizione ed impegno che mettiamo su ‘Casa Sanremo’, abbiamo lavorato anche con Miss Italia”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium