/ Politica

Politica | 05 novembre 2019, 14:24

La Regione approva all'unanimità l'istituzione di una commissione contro l'intolleranza e il razzismo

L'iniziativa del consigliere Pd Garibaldi è stata sottoscritta dai capigruppo e votata da tutto il consiglio. Il voto a pochi giorni dalle polemiche in Senato sulla commissione voluta da Liliana Segre

La Regione approva all'unanimità l'istituzione di una commissione contro l'intolleranza e il razzismo

Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’impegno alla giunta sulla ‘No hate parliamentary alliance’ che ha lo scopo di “di prevenire e contrastare l'incitamento all'odio”, tramite la costituzione di un "Osservatorio regionale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza".

L’ordine del giorno, presentato dal consigliere Pd Luca Garibaldi e sottoscritto dai capigruppo e votato all’unanimità dal consiglio, arriva a pochi giorni dall’approvazione in Senato, su proposta della Senatrice a vita Liliana Segre, dell’istituzione di un organismo ad hoc per la salvaguardia dei diritti fondamentali delle persone, una commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza. L’approvazione era però stata seguita dalle polemiche per l’astensione da parte delle forze di centrodestra.

“Visto il crescente aumento di casi di violenza scatenati anche da violenza verbale on line - si legge nel documento – come l'hate speech di cui non esiste ancora una definizione normativa ma che stando alla definizione del dizionario Oxford, consistono in un intenso cd estremo sentimento di avversione, rifiuto, ripugnanza, livore, astio e malanimo verso qualcuno.

Visto che negli ultimi anni si sta assistendo ad una crescente spirale dei fenomeni di odio, intolleranza, razzismo, antisemitismo e neofascismo, che pervadono la scena pubblica accompagnandosi sia con atti e manifestazioni di esplicito odio e persecuzione contro singoli e intere comunità, sia con una capillare diffusione attraverso vari mezzi di comunicazione e in particolare sul web. Parole, atti, gesti e comportamenti offensivi e di disprezzo di persone o di gruppi assumono la forma di un incitamento all'odio, in particolare verso le minoranze e che anche se non sempre sono perseguibili sul piano penale, comunque costituiscono un pericolo per la democrazia e la convivenza civile;

Considerato che in data 30 ottobre scorso è stata approvata dal Senato della Repubblica, su richiesta della Senatrice a vita Liliana Segre, l'immediata istituzione di un organismo ad hoc per la salvaguardia dei diritti fondamentali delle persone, istituendo una Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza;

Visto che la Senatrice a vita Liliana Segre è sempre mira di atteggiamenti xenofobi, razzisti e discriminatori che negli ultimi anni sono aumentati, anche grazie all'uso di internet, arrivando a far ricevere dalla Senatrice sino a 200 messaggi di hate speech al giorno;

Rilevata, pertanto, l'importanza di rafforzare anche a livello regionale gli strumenti necessari a contrastare questa deriva pericolosa per i cittadini tutti;

Appreso che il 24 novembre il Centro Culturale Primo Levi conferirà alla Senatrice a Vita Liliana Segre il premio Levi che ogni anno viene consegnato a coloro che, con il proprio impegno morale, spirituale e civile, hanno contribuito alla pace ed alla giustizia per un mondo libero da pregiudizi, razzismo ed intolleranza;

Esprime piena solidarietà alla Senatrice Liliana Segre per i continui attacchi che riceve alla sua persona, riconoscendone il ruolo fondamentale che sta svolgendo dal punto di vista morale, della preservazione della memoria e del ruolo attivo di azione civile nel contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza;

Impegna il presidente della giunta regionale a prevedere la possibilità della costituzione di un 'Osservatorio regionale per il contrasto dei fenomeni di intolleranza e razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza', sentita la commissione competente, nei limiti delle disponibilità di bilancio, che operi in sinergia con la commissione nazionale appena insediata, al fine di studiare il proliferare nella nostra Regione di fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza, proponendo iniziative formative e legislative in materia e le altre iniziative ritenute idonee, compreso, d'intesa con il Corecom, la segnalazione agli organi di stampa ed ai gestori dei siti internet di casi di fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche, quali l’etnia, la religione, la provenienza, l'orientamento sessuale, l'identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche, chiedendo la rimozione dal web dei relativi contenuti ovvero la loro deindicizzazione dai motori di ricerca”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium