/ Attualità

Attualità | 05 novembre 2019, 11:56

Triora festeggia il '4 Novembre' ed i 100 anni del Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale (foto)

Proponente ed ideatore di questo monumento fu il generale Francesco Tamagni.

Triora festeggia il '4 Novembre' ed i 100 anni del Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale (foto)

Giornata importante quella vissuta ieri, 4 novembre, dalla comunità di Triora. Nella Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate il paese ha ricordato anche i 100 anni del monumento ai caduti eretto in piazza Elena, uno dei più antichi di tutta la provincia di Imperia. Una scultura particolare proposta ed ideata dal generale Francesco Tamagni per ricordare i caduti durante la Prima Guerra Mondiale.

Si tratta di un'opera in pietra, iniziata nel 1919 e terminata nel 1920. Ad un primo sguardo colpisce sulla sommità la grossa aquila di bronzo con le ali dispiegate per spiccare il volo ed i numerosi reperti bellici in ferro che trovano un loro spazio nell'architettura del monumento, dove al centro è presente una lapide in marmo con i nomi dei caduti ed il reparto di appartenenza:

-1.° Alpini - sergente maggiore Lanteri Giuseppe; soldati - Arnaldi Edoardo, Arnaldi Giovanni Battista, Borelli Giovanni Battista, Lanteri Antonio, Lanteri Eugenio, Lanteri Francesco fu Matteo, Lanteri Francesco di Pietro, Lanteri Francesco di Francesco, Lanteri Giovanni Battista, Lanteri Giuseppe, Lanteri Michele, Lanza Giovanni, Moraldo Agostino, Moraldo Francesco, Oddo Giuseppe, Velli Vittorio;
- 41° Fanteria - sergente Lanteri Antonio; soldati - Asplanato Giovanni Battista, Ausenda Giuseppe, Capponi Giovanni Battista, Faraldi Pietro, Lanteri Celeste, Littardi Giuseppe, Maiano Pasquale, Martini Antonio, Moraldo Filippo, Pastore Giuseppe;
- 42° Fanteria - soldati Allaria Giuseppe e Lanteri Antonio;
- 20° Fanteria - soldato Arnaldi Antonio;
- 31° Fanteria - soldato Moraldo Luigi;
- 34° Fanteria - soldato Oddo Giacomo;
- 35° Fanteria - soldato Borelli Giacomo;
- 48° Fanteria - soldato Capponi Antonio;
- 49° Fanteria - soldato Saldo Francesco;
- 50° Fanteria - soldato Maraiuola Giuseppe;
- 53° Fanteria - soldato Borelli Luca;
- 62° Fanteria - soldato Moraldo Giovanni Battista;
- 65° Fanteria - soldato Capponi Celeste;
- 82° Fanteria - soldato Donzella Giovanni Battista;
- 91° Fanteria - soldato Gazzano Vincenzo;
- 92° Fanteria - soldato Lanteri Luigi;
- 94° Fanteria - soldato Giauni Stefano;
- 128° Fanteria - soldato Bracco Giuseppe;
- 161° Fanteria - soldato Lanteri Giacomo;
- 201° Fanteria - soldato Arnaldi Giacomo;
- 207° Fanteria - soldato Stella Angelo;
- 232° Fanteria - soldati Butti Faustino e Donzella Agostino;
- 1° Bersaglieri - caporale Arnaldi Luigi;
- 3° Artiglieri - soldati - Maiano Paolo e Saldo Agostino;
- 2° Genio - soldato Moraldo Giuseppe. 

Oltre al centenario del monumento ed alla commemorazione ufficiale, l'amministrazione comunale ha voluto rendere omaggio alla memoria di Attilio Biale, medaglia d'argento al valore militare. Il sindaco Massimo Di Fazio durante il discorso ha rimarcato il sacrificio compiuto da questi abitanti di Triora caduti durante i conflitti.

La cerimonia si è svolta alla presenza anche dell'Arma dei Carabinieri, con il comandante del distaccamento locale, il maresciallo Renato Cavuoti. Inoltre erano presenti anche diversi rappresentanti della sezione di Sanremo del Corpo Paracadutisti, dell'Associazione Nazionale Alpini, i bambini della Scuola di Triora e numerosi abitanti del piccolo borgo della Valle Argentina. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium