/ Attualità

Attualità | 05 novembre 2019, 07:11

Ad Ospedaletti imposta di soggiorno oltre le aspettative, in tre mesi incassati oltre 21mila euro

Un risultato che va oltre ogni più rosea aspettativa, considerando che la previsione totale, per il 2019, si attestava, secondo gli uffici, a 18.500 euro circa.

L'assessore Birgit Brugger

L'assessore Birgit Brugger

A pochi mesi dall’introduzione dell’Imposta di Soggiorno, il Comune di Ospedaletti ha ottenuto ben 21.400 euro. Un risultato che va oltre ogni più rosea aspettativa, considerando che la previsione totale, per il 2019, si attestava, secondo gli uffici, a 18.500 euro circa.



Quindi, non solo sono state rispettate le stime sul periodo tra luglio e settembre ma è stato già raggiunto e superato, l’obiettivo annuale che comprende anche il mese di dicembre. Questo perchè, il Comune, ha previsto un periodo di sospensione dell’imposta sui mesi di ottobre e novembre. 



Su Ospedaletti, l’imposta è stata fissata ad 1,50 euro a persona, per pernottamento, per un massimo di 5 giorni. Il risultato di oltre 21mila euro è frutto di quanto raccolto in tre mesi (dal 1° luglio, data di avvio dell’imposta) dalle strutture ricettive presenti sul territorio, ovvero: 4 alberghi, 2 Bed & Breakfast, 1 Residenza Turistico Alberghiera, 1 agriturismo e moltissimi appartamenti ad uso turistico. 



Al termine del trimestre, il 20 ottobre, le strutture hanno versato l’incasso derivante dalla tassa. Nonostante si trattasse di un sistema nuovo, il Comune non ha riscontrato particolari segnalazioni per criticità o difficoltà, riscontrate dagli albergatori. Un bilancio positivo sul servizio grazie anche alle numerose possibilità messe a disposizione per il pagamento.



“E’ un dato molto positivo. - analizza l’assessore al turismo, Birgit Brugger di fronte al dato degli oltre 21mila euro entrati - Vuol dire che abbiamo a disposizione ben 3mila euro in più che faranno la differenza. A questo proposito, a breve, ci incontreremo con le associazioni di categoria. Possiamo fare molto per migliorare la promozione del nostro territorio e confido che si possa fare qualche ulteriore investimento per abbellire il nostro comune”.



Il dialogo con il mondo turistico del territorio è il prossimo passaggio. Infatti, il regolamento dell’imposta di soggiorno, prevede che almeno il 60% venga destinato alla promozione, all’accoglienza, alla comunicazione ed al marketing turistico della località. Soldi che in questa percentuale verranno utilizzati in accordo con le associazioni (o enti ndr), rappresentative delle strutture turistico ricettive locali o anche di ambito provinciale. Il restante 40% sarà a disposizione del Comune e verrà destinato al miglioramento del decoro urbano con l’obiettivo di dare ad Ospedaletti maggiore appeal per attirare sempre più turisti.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium