/ Sport

Sport | 04 novembre 2019, 07:25

Motori: Kevin Liguori Campione del Mondo "Ancora non ci credo, un'emozione forte. Trionfo dedicato alla mia famiglia, un'impresa che nasce dal 2016"

Le prime parole del pilota dopo l'impresa ad Atlanta

Motori: Kevin Liguori Campione del Mondo "Ancora non ci credo, un'emozione forte. Trionfo dedicato alla mia famiglia, un'impresa che nasce dal 2016"

Kevin Liguori, il giovane pilota sanremese, si è laureato da poche ore campione del mondo di Legend Cars in America sul circuito di Atlanta. Un'impresa che entrerà nella storia della città di Sanremo proprio come sottolineato dall'Assessore Sindoni al nostro quotidiano online. In esclusiva per i nostri lettori ecco l'intervista a Kevin, subito dopo l'impresa in America.

Kevin, hai realizzato una super impresa: quando hai capito di potercela fare? "Ancora non ci credo, ho pianto per quello che ho realizzato. E' stata una gara veramente strana e difficile, perchè non ho avuto una buona partenza ritrovandomi dopo poche curve per un tamponamento. Poi nei primi due giri ho ripreso la mia posizione con la gara che è stata rallentata. Ma il momento che ci ho veramente creduto è stato quando sono riuscito a passare il mio compagno di squadra Luca Ferrari. In questa gara strana devo dire che la sfortuna è stata dalla mia parte, visto che è capitato di tutto". 

A chi dedichi questo trionfo mondiale? "Questo trionfo lo voglio dedicare alla mia famiglia, per tutto l'impegno che ha messo per farmi diventare la persona che sono oggi. A mio padre che mi ha insegnato tutto ogni cosa, tra cui pulizia e correttezza. Un grazie anche alla mia squadra e ad Adriano Monti: senza di lui non sarei neanche qua".

Questa è un'impresa che passerà nella storia della nostra provincia: da dove nasce quest'impresa? "Questa impresa nasce dal lontano 2016, quando ho smesso di correre nei kart. L'allora capo del mio team mi ha messo un contatto con Adriano Monti è quell'incontro per me è stato decisivo. Dopo il test effettuato per la sua squadra si è innamorato della mia guida. Da quel momento abbiamo iniziato un percorso insieme che va dal nono posto assoluto in Finlandia con mille difficoltà, fino a questa incredibile impresa".

Sei giovane con talento: che consigli ti senti di dare ai piloti emergenti che vogliono imitarti? "Ai piloti emergenti consiglio di non mollare e pensare sempre che alla fine qualcuno che crede in te c'è sempre. Le possibilità ci sono per tutti: bisogna essere onesti, sinceri con se stessi e dare tanto gas. Spero che con questo trionfo il mio budget possa salire, ma ho la certezza di aver realizzato una grandissima impresa".

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium