/ Politica

Politica | 23 ottobre 2019, 14:54

Settimana per la Sicurezza sul lavoro, assessore Sonia Viale: “Puntare sulla formazione per prevenire gli incidenti. Grande attenzione ai Porti”

Domani seminario su sicurezza ad Arma di Taggia

Sonia Viale

Sonia Viale

“E’ necessario potenziare la cultura della sicurezza sul lavoro a partire dalla scuola con l’educazione civica per arrivare alle singole aziende e ai lavoratori”. Lo afferma Sonia Viale, assessore alla sanità e alle politiche sociali con delega alla sicurezza, intervenuta questa mattina al convegno “Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro” che si è tenuto nella sede dell’Autorità portuale, a Palazzo San Giorgio. L’incontro è uno degli appuntamenti organizzati dall’Inail in occasione della Settimana Europea per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro, in programma dal 21 al 25 ottobre. Domani, 24 ottobre, dalle ore 9 infatti è programmato un altro importante appuntamento a Villa Boselli, ad Arma di Taggia: un seminario dedicato a “Le sostanze pericolose in agricoltura”, durante il quale si parlerà di come tali sostanze possano mettere i lavoratori a rischio di incidenti come intossicazione e soffocamento, incendio ed esplosione.  

L’incontro di Palazzo San Giorgio è stato un’occasione per fare il punto sugli interventi messi in campo da Regione Liguria al fine di rafforzare il trend già in flessione degli infortuni denunciati nella nostra regione nel periodo 2014-2018, con un -8,49%. “Un dato che ci motiva a impegnarci ancora di più – dice l’assessore Viale – Come Regione e come assessorato alla sanità abbiamo rafforzato il lavoro di collaborazione con INAIL e di coordinamento delle AASSLL con ALISA per la prevenzione degli infortuni e la salute sui posti di lavoro. Per esempio con progetti destinati al mondo della scuola, nei Piani della prevenzione, e con l’uniformazione dei metodi di controllo in tutto il territorio”. Durante l’incontro è stato evidenziato come le cinque Asl liguri siano coordinate nel promuovere azioni a sostegno della sicurezza, grazie al prezioso lavoro dei tecnici della prevenzione. Per questo sono stati coinvolti datori di lavoro, medici competenti, medici ospedalieri e medici di medicina generale con incontri dedicati a questo tema. “Grande attenzione abbiamo rivolto ai porti, – continua la Viale - Su quel settore sono state individuate linee di intervento a livello regionale sui punti di maggior criticità che dovranno essere ulteriormente sviluppati”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium