/ Attualità

Attualità | 22 ottobre 2019, 07:11

Sanremo: la Tassa di Soggiorno porta nelle casse del Comune 450 mila euro in quattro mesi. Ecco il dato ufficiale

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi arriva l’ufficialità. Si attende, ora, di vedere quanto avrà portato ottobre

La Tassa di Soggiorno è stata una svolta storica per Sanremo

La Tassa di Soggiorno è stata una svolta storica per Sanremo

È arrivato ieri il dato ufficiale sull’introito portato nei primi quattro mesi dalla Tassa di Soggiorno. Grazie ai turisti che hanno scelto Sanremo a giugno, luglio, agosto e settembre, le casse del Comune hanno registrato un introito di circa 450 mila euro, un dato in linea con le aspettative degli addetti ai lavori.

Ricordiamo che l’introduzione della Tassa di Soggiorno è stato un passaggio storico per Sanremo che, fino a quest’anno, non l’aveva mai adottata. Ora, invece, come nelle maggiori località turistiche, si paga anche nella Città dei Fiori. 

Per completare al meglio i dati ora manca solo l’introito di ottobre, poi si potranno fare le prime considerazioni. A novembre e per gran parte di dicembre la Tassa non si pagherà più, mentre tornerà in vigore dal 29 dicembre al 6 gennaio e nella settimana del Festival. Poi se ne riparlerà dal 1° aprile anche se, stando alle indiscrezioni, pare che a Palazzo Bellevue si stia pensando anche a qualche modifica nel calendario.

La somma complessiva di circa 450 mila euro è comprensiva di alberghi e di tutte le altre strutture ricettive ufficiali (residence, b&b e case vacanza). Come noto, nonostante i molti controlli, c’è ancora del sommerso, ma il Comune, insieme alla Polizia Municipale, è sempre al lavoro per smascherare anche gli ultimi ‘furbetti’.

L’introito della Tassa di Soggiorno, come recita la legge regionale, dovrà ora essere reinvestito al 60% per la promozione della destinazione e al 40% per interventi, come pulizia e manutenzione, che possano rendere Sanremo più bella e appetibile.

Ecco, infine, le tariffe:
Alberghi: 1 stella - € 0,80; 2 stelle - € 1,10; 3 stelle - € 1,50; 4 stelle - € 2,00; 5 stelle - € 3,00; Camping - € 1,00; Affittacamere - € 1,50; Bed & Breakfast - € 1,50; Agriturismo - € 1,50; Case e appartamenti per vacanze - € 1,50; Case per ferie - € 1,50; Camper - € 0,50; Appartamenti ammobiliati ad uso turistico - € 1,50; Locazioni brevi - € 1,50.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium