/ Sanremo Ospedaletti

Sanremo Ospedaletti | 21 ottobre 2019, 16:01

Il 43° Premio Tenco è finito, ma non si spengono le polemiche. Morgan “Male Achille Lauro, ma gli eredi di Tenco devono tacere”

Nell'intervista rilasciata a 'Leggo' il co-conduttore della rassegna torna sull'esibizione di Achille Lauro che ha aperto l'edizione cantando 'Lontano lontano' di Luigi Tenco

Morgan sul palco dell'Ariston per il 43° Premio Tenco

Morgan sul palco dell'Ariston per il 43° Premio Tenco

Anche se il 43° Premio Tenco si è chiuso con un grande successo di pubblico, non si placano le polemiche su un cast che non ha convinto i più strenui sostenitori della canzone d'autore tradizionale.

Su tutti pare non essere stata gradita la presenza di Achille Lauro che, tra l'altro, ha anche aperto l'edizione 2019 cantando 'Lontano lontano' di Luigi Tenco, storica sigla della rassegna. Un'esibizione (a dire il vero zoppicante) che ha fatto storcere il naso a qualcuno. E, in mezzo, ci sono sempre le parole della famiglia di Tenco che, qualche giorno prima della rassegna, ha preso le distanze dall'organizzazione contestando alcune scelte del Club.

Oggi torna sulle polemiche anche Morgan, co-conduttore del Premio Tenco, in un’intervista riportata dal quotidiano 'Leggo'. “La performance di Lauro è andata male - ha dichiarato Morgan a ‘Leggo' - potrebbe servirgli da lezione, aveva studiato, ma è un insicuro schiacciato dalla sua stessa insicurezza”. E poi la secca risposta alle polemiche sollevate dalla famiglia Tenco: “Gli eredi dovrebbero tacere, stanno gestendo male. Sono parenti di un genio e non se ne rendono conto. Hanno una grande responsabilità e invece antepongono motivi personali”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium