/ Eventi

Eventi | 21 ottobre 2019, 12:59

Il Festival Chitarristico Internazionale di Sanremo torna al Casinò e si apre alla città: Diego Campagna "Un top player per ogni serata"

Il nome che spicca sicuramente è quello di Eliot Fisk: è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi chitarristi della propria generazione.

Diego Campagna ed Alessandro Sindoni

Diego Campagna ed Alessandro Sindoni

Dal 17 al 23 novembre al Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo, tornerà il Festival Chitarristico Internazionale ed il collegato Concorso Chitarristico Internazionale 'Città di Sanremo'. Un appuntamento prestigioso per la città dei fiori, giunto quest'anno alla Vª edizione (Il Programma dettagliato è nella gallery fotografica ndr).

Creato nel 2015 da un'idea del chitarrista di fama mondiale, il M° Diego Campagna, che ne cura la Direzione Artistica e l'organizzazione, questa manifestazione ha contribuito a dare una eco internazionale di Sanremo e della casa da gioco.

La presentazione di questa nuova edizione dell'evento è avvenuta questa mattina in Comune alla presenza di Alessandro Sindoni, assessore al turismo ed alle manifestazioni che ha sottolineato: “Diego non ha bisogno di presentazioni. Si tratta di una personalità internazionale, una persona umile che ha dato questo appuntamento ormai importantissimo alla città di Sanremo. - e poi ha annunciato - Diego si è messo al fianco della città per regalarci momenti belli, soprattutto in vista del Natale”.

Tanti nomi importanti per questa quinta edizione come: Solo Duo, Cristina Gaglietto (vincitrice della categoria giovani dell'edizione 2018), Rene Izquierdo, Zoran Dukic, Domenico Mottola (vincitore della categoria open della passata edizione), Giulio Tampalini che si esibirà la stessa sera con i tre più importanti chitarristi cinesi (Xu Tuo, Ding Wuhong e Xuanxuan Sun), Tali Roth (Capodipartimento della Juilliard School, Nicolò Spera ed infine il più famoso, Eliot Fisk. Quest'ultimo è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi chitarristi della propria generazione.  

“Un top player per ognuna delle serate - assicura Diego Campagna – Saranno proposti concerti per chitarra classica ma non solo, con un repertorio complessivo per tutti. Ai grandi artisti, come da tradizione, sono affiancate le giovani promesse. Lo scopo è anche quello di dare una mano e lanciare giovani talenti perchè lo meritano e hanno bisogno. L'ho desiderato fare fin dalla prima edizione perchè ricordo la fatica fatta alla loro età e tutte le porte chiuse trovate da giovane e che trovo ancora oggi. Mi fa piacere rendere loro la cortesia. I concerti si terranno tutti i giorni e saranno ad ingresso libero (tranne il concerto con l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, a 16 euro. Il 21 novembre, alle 17 ndr)".

Come sottolineato da Campagna poter regalare concerti di così alto livello è una rarità. Un importante opportunità resa possibile "...grazie a Comune e Casinò ed al loro impegno” - ha rimarcato il direttore artistico della manifestazione, aggiungendo - Saranno coinvolti anche tanti giovani e giovanissimi di Sanremo e di tutta la provincia, grazie alla partecipazione al Festival dell'Orchestra di chitarre del Ponente ligure, composta da 40 talenti tra i 10 ed i 25 anni". 

Non meno importante l'appuntamento legato al Concorso Chitarristico Internazionale. Rispetto al passato gli organizzatori hanno preferito concentrare questo appuntamento su una sola giornata, lunedì 18 novembre, dalle 9.30 alle 19 nelle sale del teatro della casa da gioco. Anche i premi del concorso internazionale sono importanti: un montepremi di 5.000 euro che oltre alle borse di studio per i vincitori del Concorso comprende anche la produzione e la registrazione di un disco a Roma e la distribuzione internazionale a cura della casa discografica ETS Cordes Records e Giovanni Valle Editore e concerti come solisti.

La giuria del concorso internazionale sarà composta dagli artisti internazionali. Al festival sarà nuovamente presente una delegazione governativa cinese ed uno dei membri e delegazioni di studenti provenienti da Pechino, Shangai e diverse altre città cinesi.

“Una novità importante. - sottolinea Campagna - Durante la settimana vorremmo portare il Festival all'interno della città. Alcuni dei più importanti artisti, durante la settimana, nel pomeriggio si esibiranno nelle piazze e nelle vie cittadine. E' un modo per regalarlo ancora di più nella città. Quindi, le persone potrebbero passeggiare e trovare a suonare senza saperlo uno dei più importanti chitarristi al mondo. E' un modo per proiettare la cultura a tutti. Queste manifestazioni ripagano la città portando molte persone da tutto il mondo in un periodo di bassa stagione e chi ha ascoltato il concerto tornerà a casa un po' più arricchito oltre che con un bellissimo ricordo”.

Files:
 Festival Chitarristico Internazionale Sanremo 2019 programma (168 kB)

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium