/ Sanremo Ospedaletti

Sanremo Ospedaletti | 20 ottobre 2019, 12:56

Meteo: peggiorano le previsioni, emessa l'allerta 'arancio' fino alle 15 di domani. Le decisioni dei sindaci sulla chiusura delle scuole

Allerta rossa nella zona centrale e sul genovese. Quasi tutti i Sindaci hanno già deciso per la chiusura delle scuole. Imperia decide alle 17. Rinviate le partite di calcio a Sanremo, Ospedaletti e Taggia. Ad Imperia viene confermato il regolare svolgimento delle partite.

Meteo: peggiorano le previsioni, emessa l'allerta 'arancio' fino alle 15 di domani. Le decisioni dei sindaci sulla chiusura delle scuole

Anche se oggi sulla provincia di Imperia si sta vedendo qualche schiarita, peggiorano le previsioni meteo sulla nostra regione a l'Arpal ha diramato un nuovo aggiornamento sull'allerta meteo per le prossime ore.

In provincia di Imperia, dalle 13 di oggi alle 15 di domani, sarà allerta 'arancio' e i sindaci stanno iniziando a predisporre le ordinanze conseguenti. Per il momento Sanremo, Ospedaletti, Bordighera, Camporosso, Riva Ligure, Ventimiglia, Taggia, Diano Marina, Dolceacqua, Isolabona, Cipressa, Castellaro Soldano e Pigna hanno già annunciato la possibile chiusura per domani. Per i bacini grandi di Ponente, invece, l'allerta sarà 'gialla' fino alla mezzanotte di domani. E' comunque praticamente certo che quasi tutte le scuole della provincia chiuderanno. Domani chiude anche il mercato del lunedì di San Bartolomeo al Mare e chiuderanno tutti gli impianti sportivi ed i cimiteri.

La conferenza stampa della Regione Liguria

A Sanremo il sindaco Biancheri ha anche disposto l'annullamento della partita di Serie D Sanremese - Borgosesia. Sarà anche allestito il C.O.C. (così come a Imperia) per monitorare la situazione. Per emergenze si può contattare il numero 800602800.

Previsto un peggioramento anche nella zona centrale della regione: allerta 'arancio' fino alle 20 di oggi, poi allerta 'rossa' fino alle 15 di domani. Quindi nuovamente 'arancio' fino alle 24 di domani. Per i bacini grandi allerta 'gialla' fino alle 20 di oggi, poi 'arancio' fino alle 24 di domani.

L'intervista al governatore della Regione Liguria Giovanni Toti

E' arrivata immediata anche la presa di posizione del presidente del Comitato Regionale Ligure, Giulio Ivaldi, in merito all'innalzamento dell'allerta da gialla ad arancione sul ponente ligure (Zona A): "Le partite per quanto ci riguarda inizieranno regolarmente. Non possiamo sospendere una gara con squadre ed arbitri già sul posto. E' una situazione paradossale, che crea numerose incertezze nei club, ma dobbiamo attenerci a quelle che sono le disposizioni in termini di sicurezza, al contempo però serve riflettere su questi meccanismi. Ripeto, per quanto ci concerne le partite si giocheranno, se poi le Amministrazioni arriveranno ai campi e decreteranno la chiusura ci attiveremo per venire incontro alle società penalizzate".

Deciso il rinvio delle partite di calcio a Sanremo, Ospedaletti e Taggia. Ad Imperia viene confermato il regolare svolgimento delle partite.

Sul levante allerta 'gialla' fino alle 20 di oggi, poi 'arancio' fino alle 18 di domani. Quindi 'gialla' fino alle 24. Per i bacini grandi allerta 'gialla' fino alle 24 di domani. Sotto le previsioni.

Oggi: aumento dell'instabilità per l'intensificazione dei flussi umidi meridionali. Piogge diffuse con intensità forte e cumulate fino ad elevate su tutte le zone. I fenomeni potranno assumere carattere temporalesco con alta probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti su tutte le zone. Vento di burrasca con raffiche fino a 80 km/h su BCE, forte su D. Mare localmente agitato su BC per onda da sud-est, in calo dalla serata.

Domani: continua la fase instabile e perturbata con piogge diffuse di intensità forte e cumulate tra significative ed elevate su tutte le zone. I fenomeni potranno assumere carattere temporalesco con alta probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti su tutte le zone. Venti forti da sud/sud-est con raffiche fino a 60-70 km/h su BCDE.

Martedì: residue precipitazioni nelle prime ore del mattino, più probabili su BDE e in attenuazione durante la mattinata. Venti forti dai quadranti settentrionali con raffiche fino a 70 km/h su A e parti occidentali di B e D.

La fase di maltempo che sta interessando la Liguria prosegue, con un ulteriore peggioramento che dovrebbe durare anche per tutta la giornata di domani, lunedì 21.

Nelle prossime ore sono quattro gli aspetti principali che tenderanno a combinarsi con effetti localmente più intensi e a cui è bene prestare la massima attenzione:
1 – le piogge diffuse, che saranno persistenti e insisteranno con intensità fino a forte su tutte le zone, con cumulate elevate;
2 – i temporali forti, organizzati e stazionari, che andranno intensificandosi dalla serata odierna e per la giornata di domani;
3 – le condizioni del suolo, già completamente saturo e incapace di assorbire nuove precipitazioni in particolare nel settore centrale della regione;
4 – il livello attuale dei torrenti, che nella zona fra Savona e la Valpolcevera è già superiore all’ordinario anche in assenza di precipitazioni.

Laddove il terreno è saturo basteranno precipitazioni moderate per dare luogo a repentini innalzamenti anche oltre gli argini, in particolare dei bacini piccoli e medi.

Si ricorda di attuare le misure di autoprotezione prima, durante e dopo l’evento come indicato dalla Protezione Civile Nazionale, consultabili dal sito www.allertaliguria.gov.it.

Intanto, nelle ultime ore si sono registrate precipitazioni di intensità fino a molto forte localmente nel Ponente della regione e relativo entroterra. Nelle ultime 24 ore si segnalano i 279.2 a Monte Settepani (58 millimetri in un’ora), 267.6 millimetri al Colle del Melogno, 214 ad Osiglia, 187.6 a Carpe Case Garoni (57.8 in un’ora, 41.8 in 30 minuti, 30 millimetri in 15 minuti, 12.4 in 5 minuti), 152.4 a Ferrania, tutte località del savonese. Nell’imperiese 146.8 a Triora. 

Attualmente le precipitazioni continuano a interessare il Ponente savonese e relativo entroterra con intensità al più moderate, e debolmente sull’entroterra del ponente genovese. Si stanno osservando innalzamenti dei livelli idrometrici delle Bormide, che restano, comunque ampiamente al di sotto delle soglie di guardia.

IN AGGIORNAMENTO

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium