/ Economia

Economia | 18 ottobre 2019, 17:00

La casa al primo posto: quanto spendono gli italiani per arredarla e mantenerla

Secondo una recente analisi di GS1 Italy la spesa relativa alla cura e manutenzione delle abitazioni è in aumento

La casa al primo posto: quanto spendono gli italiani per arredarla e mantenerla

Dall’acquisto all’arredamento, la spesa per realizzare la casa dei propri sogni potrebbe diventare in poco tempo elevata. Ma quanto sono disposti a spendere gli italiani e, soprattutto, in quali bisogni e accessori viene investito più denaro?

Secondo una recente analisi di GS1 Italy la spesa relativa alla cura e manutenzione delle abitazioni è in aumento, andiamo ad approfondire questo fenomeno per comprendere meglio quali dinamiche si celano dietro di esso.

Tecnologica e design, come evolve la casa degli italiani

Sempre più hi-tech e di design, gli italiani sembrano essere molto interessati agli ultimi trend tecnologici: secondo l’analisi di GS1 Italy infatti quella dell’elettronica di consumo è una delle voci più importanti in termini di spesa per quanto riguarda la casa, con una quota che ha sorpassato i 21 miliardi di euro nel 2018. Le vendite di questi apparecchi sono cresciute del 1,9%, anche per merito dei diversi incentivi fiscali e della crescente quota di mercato dei prodotti di fascia premium.

Al contempo, un altro comparto che ha fatto registrare un trend positivo è quello dell’arredamento: sempre secondo lo studio di GS1 lo scorso anno infatti è stato registrato un tasso di crescita del 1,7% rispetto al 2017 e del 7,5% rispetto al quinquennio precedente. Anche in questo caso è cresciuto l’interesse e la spesa rivolta a soluzioni innovative e di design.

Il 46% dei prestiti è destinato alla casa: i dati su età e importo medio

Come detto, la casa sembra essere tra le principali voci di spesa per gli italiani, sia per la volontà di personalizzare e rendere accogliente e confortevole la propria abitazione, sia per un’inevitabile questione di costi.

Sempre più italiani scelgono di richiedere un prestito proprio per provvedere alla cura della casa. Secondo uno studio elaborato da PrestitiOnline infatti, il 47% del totale dei prestiti concessi ha come finalità la cura della casa: il 30% è stato destinato alle ristrutturazioni, il 16% all’arredamento e l’1% all’acquisto di immobili o box auto.

Crescono dunque le richieste di credito che hanno come finalità la casa, un fenomeno che può essere spiegato anche con la maggiore disponibilità di strumenti finanziari, come ad esempio, tra questi, il prestito online Santander, che permettono di scegliere e di avere un preventivo in pochi clic così da avere in modo trasparente, fin da subito, l’importo finale delle rate e le spese da sostenere.

Concludendo, è bene analizzare anche l’età e l’importo medio delle richieste di credito dedicate alle abitazioni. Sempre secondo i dati rilevati da PrestitiOnline, a richiedere un finanziamento sono soprattutto persone con un’età tra 36 e 45 anni (32%), seguiti dalla fascia 46-55 anni (27%). Per quanto riguarda la durata dei prestiti, da gennaio a giugno 2019 si è assistito ad una crescita dei finanziamenti a breve durata (4-5 anni) e ad un calo dell’importo medio, che si attesta attorno agli 11.200 euro.

ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium