/ Attualità

Attualità | 17 ottobre 2019, 07:22

Riva Ligure: integrazione ed assistenza alle famiglie degli alunni portatori di handicap, il territorio investe quasi 55mila euro per il nuovo anno scolastico

"È vero che, per questo servizio, il Comune di Riva Ligure e gli altri 3 Comuni investono tanto, quasi cinquantacinquemila euro, ma investono in integrazione, educazione e senso civico" - spiegano il Sindaco di Riva Ligure, Giorgio Giuffra ed il Consigliere incaricato all’Integrazione e Partecipazione Scolastica degli Alunni Diversamente Abili Silvia Boeri

Riva Ligure: integrazione ed assistenza alle famiglie degli alunni portatori di handicap, il territorio investe quasi 55mila euro per il nuovo anno scolastico

Quasi 55.000 euro a servizio di 9 studenti con handicap per un totale di 84 ore settimanali. Questa è la somma prevista per l'integrazione scolastica degli alunni portatori di handicap frequentanti le scuole per l'infanzia, primarie e secondaria inferiore per il prossimo anno scolastico 2019/2020 a Riva Ligure.

Una misura che andrà in aiuto non solo ai residenti nella cittadina costiera ma anche alle famiglie della limitrofa Santo Stefano al Mare e dei borghi di Pompeiana e Terzorio che portano i loro figli a Riva Ligure. Infatti questo Comune dal 1 gennaio 2013 è Capofila per lo svolgimento in forma associata della Funzione di Pubblica Istruzione dei 4 Comuni. Un aiuto concreto che si inserisce nel Piano Educativo Individualizzato per i soggetti portatori di handicap, andando a seguire queste famiglie, su quelle che possono essere specifiche necessità e richieste personalizzate quindi incentrate sui specifici bisogni. Risorse economiche che quindi servono per l'integrazione scolastica degli alunni con handicap. Il servizio di assistenza educativo-assistenziale per l'integrazione scolastica, che garantirà la continuità didattica, è stato aggiudicato alla cooperativa Jobel di Sanremo.


"Si tratta della predisposizione di progetti individualizzati studente per studente, realizzati in sinergia con le strutture ASL e del terzo settore, con al centro le esigenze del minore, senza tralasciare quelle dell'intero nucleo familiare. - commentano il Sindaco di Riva Ligure, Giorgio Giuffra ed il Consigliere incaricato all’Integrazione e Partecipazione Scolastica degli Alunni Diversamente Abili Silvia Boeri - Il servizio è organizzato in maniera tale da poter intervenire in maniera dinamica e flessibile sulle esigenze, diverse da caso a caso, in termini di orario, accompagnamento e supporto".

“Stiamo parlando di un servizio delicato ed indispensabile perché entra nel cuore delle famiglie con figli che frequentano le nostre scuole e necessitano di un supporto educativo-assistenziale. Un lavoro in cui la componente fiduciaria, relazionale e professionale è fondamentale. È vero che, per questo servizio, il Comune di Riva Ligure e gli altri 3 Comuni investono tanto, quasi cinquantacinquemila euro, ma investono in integrazione, educazione e senso civico. La scuola di tutti - concludono - è una grande conquista di cui il nostro Paese dovrebbe andare fiero. Per questo, le scuole devono confermare di essere uno straordinario laboratorio per l’inclusione".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium