/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 17:30

Imperia: scatta la raccolta firme per chiedere la riapertura al traffico di via Cascione durante i lavori in galleria Gastaldi

Il motivo è quello di evitare l’isolamento che alcuni tra i commercianti lamentano, tra questi Marco Pastore, titolare di uno storico negozio d’abbigliamento che si trova nella parte bassa, poco distante dalla galleria

Imperia: scatta la raccolta firme per chiedere la riapertura al traffico di via Cascione durante i lavori in galleria Gastaldi

Si riapre la discussione sulla riapertura al traffico della parte alta di via Cascione, la via pedonalizzata durante la precedente amministrazione guidata dall’allora Sindaco Carlo Capacci. Da qualche giorno, alcuni commercianti hanno intrapreso una raccolta firme per chiedere al Comune di riaprire la strada al traffico durante i lavori di restyling di galleria Gastaldi, partiti questa settimana. Il motivo è quello di evitare l’isolamento che alcuni tra gli addetti ai lavori lamentano, tra questi Marco Pastore, titolare di uno storico negozio d’abbigliamento che si trova nella parte bassa, poco distante dalla galleria.

L’idea - spiega Pastore - è nata dopo un confronto con i commercianti. Abbiamo deciso di comunicare questa problematica al Comune e avviare una raccolta firma tra di noi. Aderiscono tante attività, sia della parte pedonalizzata che di quella aperta alle auto. Il problema non riguarda solo l’aumento del traffico, che si concentra soprattutto in serata, ma riguarda tutti, non solo i commercianti, anche i cittadini. Penso per esempio al giro che bisogna fare per raggiungere il palasalute in auto o le scuole in via Acquarone”.

L’ipotesi di riaprire via Cascione al traffico era stata valutata dall’amministrazione durante la fase di studio per ridisegnare la viabilità nel periodo dei lavori in galleria. Poi però era stata scartata. Tra i sostenitori dell’isola pedonale era infatti cresciuta la preoccupazione che la riapertura alle auto sarebbe poi stata estesa anche a restyling della galleria ultimato.

Non vogliamo che si crei questa polemica. – precisa Pastore – Noi abbiamo portato l'istanza per un’esigenza che è quella di non isolare la zona, seppur per un periodo limitato, che comunque secondo le stime più ottimistiche non sarebbe inferiore a un mese. Le valutazioni ulteriori spettano all’amministrazione, da parte nostra posso dire che non c’è un secondo fine”.

Pastore spiega che i commercianti hanno contattato l’Assessore alla Viabilità Antonio Gagliano, il quale, come è noto, è titolare di un bar nella via, ed è stato tra i più contrari – quando non ricopriva incarichi pubblici – alla pedonalizzazione della via.

Noi ci siamo lamentati con l’Assessore e gli abbiamo annunciato l’iniziativa. Lui ne ha preso atto e ha detto che ne riferirà al Sindaco. Forse da parte dell’amministrazione c’era la paura che si creasse la polemica di chi dice che vogliamo che la strada rimanga aperta al traffico anche al termine dei lavori in galleria, o forse volevano valutare se effettivamente la chiusura alle auto di galleria Gastaldi avrebbe comportato dei problemi, come sta avvenendo. Per quanto mi riguarda posso dire che c’è sicuramente meno passaggio in via e che ci sono clienti che chiamano per chiedere come raggiungerci”.

Per Pastore, insomma, si tratta di una necessità che va oltre le polemiche, “questo tratto è uno snodo importante di collegamento, e le alternative sono poche. Non c’è solo l’interesse dei commercianti da tutelare, ma anche quello della collettività”.

Contrari, e pronti a manifestarlo, sono i componenti del comitato ‘Via Cascione: Isola Felice’ che si sono battuti, anche tramite le vie legali, a favore dell’isola pedonale.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium