/ Eventi

Eventi | 10 ottobre 2019, 08:21

Vallebona: nei mesi di ottobre e novembre ogni venerdì serie di appuntamenti la rassegna 'Scrittori a Km 0'

L’associazione culturale ‘A Cria’, con il patrocinio del Comune, ha individuato nella ‘Loggia dell’Aria’ lo spazio ideale per ospitare l'iniziativa.

Vallebona: nei mesi di ottobre e novembre ogni venerdì serie di appuntamenti la rassegna 'Scrittori a Km 0'

L’idea di organizzare presentazioni di libri scritti da autori della zona ha colto nel segno: la prima serie della rassegna 'Scrittori Km 0', distribuita su sei venerdì consecutivi a partire da dopo Ferragosto, ha riscontrato l’interesse del pubblico e, per Vallebona, è stata una vera e propria novità.

L’associazione culturale ‘A Cria’, con il patrocinio del Comune, ha individuato nella ‘Loggia dell’Aria’ lo spazio ideale per ospitare l'iniziativa. La loggia è stata ricavata alcuni anni or sono nel palazzo comunale; nessuno ne ricorda l’esistenza a memoria d’uomo, ed è stata ottenuta abbattendo i muri che un tempo accoglievano gli uffici postali e l’ambulatorio medico. Lo sguardo, poi, spazia sull’antistante piazza dell’Oratorio, dove il campanile domina il contesto: la Loggia è il luogo ideale per concludere in freschezza un tardo pomeriggio estivo.

Si sono avvicendati negli incontri gli scrittori Giacomo Revelli, Enzo Barbabà, Elio Maccario, Paola Maccario, Arturo Viale e Gino Mazzilli, proponendo i loro lavori grazie ai quali il lettore può approfondire la conoscenza del territorio in cui vive, la sua storia, i personaggi che lo hanno vissuto o attraversato, le geografie e anche le vicende fantastiche su di esso inventate. Nel ruolo di relatori, invece, si sono alternati Corrado Ramella, titolare della libreria Amico Libro di Bordighera e colonna portante dell’Associazione Amici di Francesco Biamonti, la professoressa Laura Vichi e Maria Pia Viale.

La rassegna continuerà anche in autunno: i mesi di ottobre e di novembre ospiteranno altri Scrittori km 0, per quattro venerdì a mese. Senz’altro le temperature non permetteranno più di usufruire della Loggia dell’Aria, ma nell’ambito dello stesso palazzo comunale sarà possibile utilizzare gli spazi de La Boteghita, luogo che per decenni ha accolto uno dei commestibili del paese ed ora adibita ad usi sociali.

Dare visibilità, far conoscere gli autori locali mettendoli in diretta relazione col pubblico: questo è certamente uno degli scopi principali, ma più di tutto il messaggio che A Cria vuole lanciare è quello di prendere in mano un libro al posto dello smartphone, o per lo meno dimezzare quel gesto per non farsi assorbire completamente dall’infinito dispersivo che in fondo Internet rappresenta.

La modernità fa il suo corso, ma ci sono ancora sane e millenarie attitudini che resistono al tempo ed hanno, per l’essere umano, un’importanza innegabile: tra di esse ci sono i libri, la lettura, la conoscenza, il piacere di scoprire e di capire ciò che si ignora. In un’epoca in cui il cibo è diventato quasi un mito, sembra doveroso non dimenticare quanto sia importante nutrire anche la mente ed un buon libro è sicuramente il pasto migliore.

Nel mese di ottobre alla ‘La Loggia dell’Aria’ o alla ‘Boteghita’ alle 17.30 si alterneranno:
Venerdì 4 – Dantilio Bruno – Prima che le pagine ingialliscano
Venerdì 11 – Roberta Andreetto – In un altro dove
Venerdì 18 – Antonio Celia – Tetti Soprani
Venerdì 25 – Fulvio Belmonte – Ritorno a Verbasco

A novembre alla ‘Boteghita’ di via del Municipio sempre alle 17.30:
Venerdì 8 – Banchéro – Et in Arcadia ego
Venerdì 15 – Gian Paolo Lanteri – La casa Valdese di Vallecrosia
Venerdì 22 – Giampiero de Zanet – Il forno di Realdo
Venerdì 29 – Gesuino Collu – Baci da Bordighera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium