/ Politica

Politica | 09 ottobre 2019, 11:18

Regione: Liguria e Toscana stipulano un accordo per l'utilizzo in comodato d'uso della piattaforma Ares

Nell’ambito delle attività di cooperazione interregionale, i due enti hanno identificato la gestione dell’Anagrafe quale ambito di collaborazione in cui applicare il riuso del sistema informatico in quanto le attività svolte dai competenti uffici presentano significative similitudini e possibilità di cooperazione

Regione: Liguria e Toscana stipulano un accordo per l'utilizzo in comodato d'uso della piattaforma Ares

La Regione Liguria ha stipulato un accordo con la Regione Toscana per attivare, anche al fine di ridurre i costi attraverso economie di scala, una collaborazione istituzionale finalizzata alla gestione condivisa – e in particolare all’utilizzo in comodato d’uso – della piattaforma ARES direttamente presso il data center “Tuscany Internet Exchange” della Regione Toscana, allo sviluppo di sinergie operative e alla condivisione delle attività necessarie per il funzionamento dell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica.

Nell’ambito delle attività di cooperazione interregionale, i due enti hanno identificato la gestione dell’Anagrafe quale ambito di collaborazione in cui applicare il riuso del sistema informatico in quanto le attività svolte dai competenti uffici presentano significative similitudini e possibilità di cooperazione.

"La collaborazione tra diverse realtà regionali favorisce lo scambio di buone pratiche e la diffusione delle soluzioni innovative dalle stesse progettate e realizzate per lo sviluppo del sistema informativo scolastico - spiega Angelo Vaccarezza.
Il confronto con altre realtà territoriali permette, inoltre, di approfondire l’esame e la risoluzione di aspetti specifici, l’analisi e la progettazione di possibili implementazioni del sistema, tutte attività che danno luogo allo sviluppo di ulteriori soluzioni tecnologiche che consentono di qualificare il sistema e di acquisire esperienza utile al fine di eventuali nuovi accordi di riuso con le altre Amministrazioni regionali
".

L’accordo avrà validità fino al 31 dicembre 2020.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium