/ Politica

Politica | 08 ottobre 2019, 12:22

Sanremo: spaccatura nella Lega, Artioli risponde a Ventimiglia “Il consiglio comunale non è il Parlamento, ho chiesto un chiarimento ma non c’è mai stato per via dell’inerzia del capogruppo”

Il consigliere comunale attende una chiamata dal proprio capogruppo Ventimiglia: “Il mio cellulare è sempre aperto, confido che cominci a usarlo anche lui”

Andrea Artioli (Lega)

Andrea Artioli (Lega)

Dopo le dichiarazioni di Daniele Ventimiglia, non si è fatta attendere la risposta di Andrea Artioli, aggiungendo così un nuovo capitolo alla querelle interna alla Lega dopo il consiglio comunale di ieri sera.

Da parte mia non c’è disallineamento dalla politica della Lega - commenta Artioli - ma siamo in consiglio comunale e non in Parlamento, siamo chiamati a dare, maggioranza e opposizione, ognuno per la propria parte e nel propio ruolo, delle risposte ai problemi della città. Io sto sui temi e non sulle polemiche”.

E sul consiglio di ieri: “Si doveva affrontare il problema dell’edilizia scolastica del Comune di Sanremo. Più volte ho chiesto un chiarimento politico che non c’è mai stato per l’inerzia del capogruppo. Sono lieto se finalmente si potrà avere per individuare una linea che possa portare, dall’opposizione, alla risoluzione dei problemi di Sanremo”.

Il mio cellulare è sempre aperto - conclude Artioli - confido che il capogruppo cominci a usarlo anche lui”.

(Sotto tutte le notizie sul caso)

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium