/ Eventi

Eventi | 08 ottobre 2019, 09:37

Sanremo: per San Romolo esce un libro d’inediti di 'Bacì u Curnajun': le edizioni 'Lo Studiolo' presentano il 7° volume della collana 'Studi Matuziani'

Sabato prossimo, vigilia della festa, nel salone della Federazione Operaia Sanremese alle 17 si terrà infatti un appuntamento culturale per la presentazione di un volume fresco di stampa

Sanremo: per San Romolo esce un libro d’inediti di 'Bacì u Curnajun': le edizioni 'Lo Studiolo' presentano il 7° volume della collana 'Studi Matuziani'

In occasione dei festeggiamenti patronali di San Romolo l’Accademia della Pigna, attivissima realtà del centro storico sanremese, organizza un incontro particolarmente dedicato alla cultura dialettale, a metà tra teatro e musica.

Sabato prossimo, vigilia della festa, nel salone della Federazione Operaia Sanremese alle 17 si terrà infatti un appuntamento culturale per la presentazione di un volume fresco di stampa: le edizioni Lo Studiolo hanno infatti appena realizzato il settimo volume della collana “Studi Matuziani” raccogliendo gli inediti di un curioso e leggendario artista sanremasco d’inizio Novecento: Adriano Lombardini in arte “Bacì u Curnajun” (1885-1957). Tutto nasce da un vecchio progetto del compianto Franco D’Imporzano, grande estimatore dell’arte di Curnajun, e dai manoscritti di monologhi comici e parodie gelosamente custoditi.

Negli scorsi mesi gli studiosi dell’Accademia Freddy Colt e Marilena Vesco hanno messo mano alle carte, trascritto i testi, confrontato varie versioni per risalire a quella più rappresentativa. Il risultato è un libro di 100 pagine dalla grafica sobria ed elegante, intitolato “I papéi de Bacì u Curnajun. L’arte della parodia musicale sanremasca”. Si è portato a compimento il progetto di D’Imporzano per ricordare un uomo, Adriano Lombardini, che nella semplicità ed immediatezza della sua arte ha saputo trasmettere a più generazioni momenti di divertimento, intrattenimento scanzonato e, a noi, un esempio di lingua locale ancora ricca di espressioni tipiche e di vocaboli arcaici.

All’incontro culturale saranno presenti insieme ai curatori editoriali: il filologo Fabio Barricalla, esponente de Lo Studiolo, il noto attore vernacolare Gianni Modena, che reciterà un monologo di Curnajun, e il cantante-chitarrista Carlo Ormea che ha recentemente proposto la più celebre canzone di quel repertorio, dal titolo “U Ré da cuixina”, nello spettacolo “Percorsi dell’anima” del Teatro dell’Albero, riscuotendo il pieno consenso del pubblico. L’arte della parodia matuziana funziona ancora, e ora, grazie a questo libro, molti dimenticati componimenti dell’antico menestrello sono venuti alla luce e possono essere letti da tutti gli appassionati.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium