/ Eventi

Eventi | 22 settembre 2019, 23:06

Acqui Terme: consegnato a Natalia Cattelani il premio “Libro più Gustoso dell’anno” per il libro “I dolci di casa”.

I complimenti del Presidente del Consiglio di Amministrazione del Casinò di Saremo, Adriano Battistotti

Acqui Terme: consegnato a Natalia Cattelani il premio “Libro più Gustoso dell’anno” per il libro “I dolci di casa”.

Anche quest’anno è stata la città Acqui Terme ad ospitare la tappa finale della manifestazione Libri da Gustare 2019, dedicata all'editoria enogastronomica e di territorio e promossa dal Casinò di Sanremo e dall'Associazione Culturale Ristoranti della Tavolozza.  La premiazione si è svolta durante la “Notte rosè” promossa dal comune di Acqui Terme ed in collaborazione con l’Enoteca Regionale di Acqui Terme e l’Azienda Cuvage. Preceduti da un’esibizione applauditissima della marching band “88 folli” in una affascinante piazza della Bollente di Acqui Terme, colorata di rosa è stato consegnato a Natalia Cattelani,. grande protagonista della “Prova del cuoco” fin dal 2009 e autrice del seguitissimo blog tempodicottura, il premio “Libro più Gustoso dell’anno” per il libro “I dolci di casa. Le ricette facili e golose della mia famiglia”.

Durante la cerimonia è stato letto un messaggio del Presidente  del consiglio d’Amministrazione del Casinò di Sanremo, Avv. Adriano Battistotti, che dopo avere porto le più sentite felicitazioni a Natalia Cattelani per questo ulteriore riconoscimento al suo libro, presentato nel teatro del Casinò di Sanremo durante la rassegna “Libri da gustare”, che rappresenta un importante evento basato sull’enogastronomia d’autore e la tutela delle tipicità nazionali ha sottolineato: “Si è cementata una sinergia culturale che ha riscoperto le peculiarità di due territori: quello ligure e quello piemontese, che hanno sempre declinato una comune tradizione turistica. L’attenzione al buon cibo, alla sua storia, ai territori di provenienza diventa momento di legame e di interscambio. Valori che il Casinò ha sostenuto e sostiene anche attraverso la collaborazione con l’associazione i Ristoranti della tavolozza e con le associazioni di categoria locali (Confartigianato, Confcommercio, Cna e Confesercenti), evidenziando, anche a livello letterario, la produzione enogastronomica d’eccellenza nazionale”.

È seguita, come da tradizione, la consegna della targa “Custodi del Territorio” a Bruna e Giovanni del Ristorante “Il Belvedere” di Alice Bel Colle per l’impegno profuso nella salvaguardia delle tradizioni e produzioni del territorio.

Questo riconoscimento promosso dall’Associazione Ristoranti della Tavolozza viene attribuito a chi nel territorio di riferimento si è particolarmente distinto per la qualità dell’accoglienza e la promozione e difesa delle tradizioni locali. Il premio ipunta a riconoscere l’importanza del ruolo degli operatori del settore enogastronomico nell’opera di valorizzazione del territorio individuandoli come i protagonisti attivi di un’azione di conservazione del paesaggio e delle sue tradizioni. L’attività dei titolari del Ristorante Belvedere rappresenta un esempio concreto di impegno diretto a vivere il territorio in modo più consapevole e responsabile. Iniziata oltre 60 anni fa abbinando al ristorante 6 camere, che oggi sono diventate 40 , sono diventati oggi un importante riferimento per tutti coloro che  si occupano di accoglienza turistica, garantendo ai turisti uno standard di alta qualità ed adeguato, valorizzando e promuovendo i prodotti enogastronomici di eccellenza e contribuendo a far conoscere le risorse storico-culturali del territorio.

All’incontro hanno partecipato gli assessori del comune di Acqui Terme, al Turismo Lorenza Oselin ed alla cultura Alessandra Terzolo; Annalisa Vittore, presidente Enoteca Regionale di Acqui Terme e Claudio Porchia presidente associazione Ristoranti della Tavolozza. A sancire il fortunato gemellaggio culturale ed enogastronomico fra la città di Acqui e quella di Sanremo ed il Ponente Ligure, a tutti i premiati ed ai rappresentanti dell’amministrazione comunale è stato sono stati offerti dei graditissimi cesti di prodotti del Frantoio Sant’Agata di Oneglia della famiglia Mela.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium