/ Cronaca

Cronaca | 20 settembre 2019, 07:41

Ventimiglia: investito sabato scorso il gatto 'Nino' non ce l'ha fatta, proteste per le alte velocità in via Nervia

Il gatto è stato investito sabato scorso, nel pomeriggio, ed il ‘pirata’ della strada non si è nemmeno fermato a soccorrerlo.

Ventimiglia: investito sabato scorso il gatto 'Nino' non ce l'ha fatta, proteste per le alte velocità in via Nervia

Questa volta ‘Nino’, splendido gatto rosso che viveva con la sua famiglia in via Nervia a Camporosso, non ce l’ha fatta. ‘Nino’ era uno dei tanti felini che, pur vivendo in casa, spesso usciva in strada e, secondo quanto riferito dalla sua proprietaria Martina, è stato vittima delle eccessive velocità di auto e moto che percorro via Nervia.

Il gatto è stato investito sabato scorso, nel pomeriggio, ed il ‘pirata’ della strada non si è nemmeno fermato a soccorrerlo. “Questa è l'ennesima riprova – dice Martina - di una cosa da me sempre sostenuta già prima di questo triste evento: Via Nervia va messa in sicurezza, e perchè no, accessibile solo a chi ci vive. Sono state installate delle cunette, posto il limite di 30 km/h, tuttavia, chi guida continua a dettar legge. I pedoni non hanno neppure il marciapiede, e quando si percorre la via (frequentata dai residenti e dai bambini delle scuole) bisogna costantemente girarsi e fermarsi, sentendoci di peso per i ‘poveri automobilisti’. Questo comporta disagi per tutti. Code e smog la sera, quando la strada accoglie coloro che vogliono immettersi rapidamente sull'Aurelia evitando le code post mercato. Per non parlare dei veri e propri rally notturni nel curvone. Spero che la nuova amministrazione sia sensibile a queste mancanze, presenti da tempo”.

Nino purtroppo questa volta non ce l’ha fatta e, forse, se chi lo ha investito si fosse fermato per soccorrerlo, lo avrebbe potuto salvare.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium