/ Sport

Sport | 19 settembre 2019, 07:21

Badalucco rende omaggio ai suoi ambasciatori dello sport nel mondo: il sindaco Orengo ha consegnato cinque targhe di riconoscimento (Foto e Video)

La cerimonia si è svolta a sorpresa durante l'ultimo Festival dello Stoccafisso.

Badalucco rende omaggio ai suoi ambasciatori dello sport nel mondo: il sindaco Orengo ha consegnato cinque targhe di riconoscimento (Foto e Video)

La 49ª edizione del Festival dello Stoccafisso (LINK) è stata l’occasione per l’amministrazione di Badalucco di rendere omaggio ai suoi campioni dello sport. E’ così che a sorpresa nel primo pomeriggio il sindaco Matteo Orengo accompagnato da assessori e consiglieri ha chiamato sul palco alcuni volti noti dello sport per consegnargli delle targhe di riconoscimento per i meriti sportivi conseguiti nelle diverse discipline. 

Sul palco, chiamati dal presentatore Maurilio Giordana, si sono alternati tanti 'amici di Badalucco'. E' così che le targhe sono state consegnate dall'assessore regionale Gianni Berrino, dal presidente delle città dell'Olio, Enrico Lupi, dal famoso cantante Vittorio De Scalzi e dal presidente della Pro Loco, Mauro Panizzi

La cerimonia è nata per essere un omaggio a tante storie di talento sportivo che portano il nome di Badalucco su palcoscenici internazionali e di prestigio.

Una targa premio è stata consegnata a:
- Lisa Riccio, del Judo Club Sakura di Arma di Taggia, 16 anni e tra le più promettenti atlete del panorama italiano, tanto da esser riuscita più volte ad arrivare fino alle finale nazionali;
- Niccolò Scarlino, mezzofondista 17enne della U.S. Maurina Olio Carli. Lui ha scoperto l’atletica a 15 anni, nonostante la passione per il calcio. In appena un paio di mesi sulla pista d’atletica ha dimostrato un talento raro ed i risultati sono arrivati dopo pochissimo collezionando diversi record e staccando un biglietto per i nazionali;
- Edoardo Orengo, prima ciclistica ArmaTaggia oggi tesserato Rusty Bike Pontedassio, questo badalucchese ha già regalato grandi emozioni nonostante la giovanissima età. A giugno, ha trionfato ai campionati regionali su strada diventando il campione ligure nella categoria G5. (ha ritirato il premio il fratello Fabiano, altro giovane talento che sta riscuotendo successi con la Bici Sport Ospedaletti ndr);
- Lorenzo Mauro, un’altra promessa made in Badalucco. Lui milita tra le fila della Canottieri Sanremo dove ha dato più volte dimostrazione di passione e talento innato. L’ultimo risultato ad agosto, un importante bronzo, per il K4, categoria ragazzi, durante il Campionato Italiano di Società ed il Trofeo delle Regioni sulla distanza dei 500 metri.

Ultimo ma non ultimo, il portacolori per eccellenza del nome di Badalucco nel mondo. Stiamo parlando di Francesco Curinga. Quando si parla di motociclismo, il nome del badalucchese c’è. I suoi record nel campionato italiano di velocità in salita sono passati alla storia e poi c'è il legame con l’Isola di Man, dove è tornato per la terza volta a fine agosto. Lì ha collezionato due ottimi secondi posti sul Mountain Circuit nella classe Lightweight, oltre ad ulteriori piazzamenti ma nel tornare a casa in valigia ci ha messo anche il nuovo record sul giro, 19 minuti 38 secondi e 940 decimi, ad una media di 115,21 Km/h che gli danno il titolo di straniero più veloce del ManX GP. Non capita tutti i giorni di collezionare questi risultati. Curinga purtroppo non è potuto esser presente per ritirare il premio perchè impegnato su altre gare. La targa è stata ritirata da un conoscente.

L'iniziativa si è svolta quest'anno per la prima volta ma si potrebbe pensare di ripeterla in futuro. La speranza è che Badalucco possa sempre dare i natali a nuovi campioni dello sport del domani. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium