/ Politica

Politica | 19 settembre 2019, 09:51

Chiusura delle biglietterie nelle stazioni ferroviarie (una anche a Taggia): Tosi replica a Berrino "Tu chiamale se vuoi... distrazioni"

Botta e risposta tra il consigliere regionale Fabio Tosi (M5S) e l'assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino.

Fabio Tosi

Fabio Tosi

"Tu chiamale se vuoi... distrazioni". Così, il consigliere regionale del M5S, Fabio Tosi che ha rimandato le critiche all'assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino (LINK). La questione riguarda la chiusura di alcune biglietterie delle stazioni ferroviarie, tra cui c'è anche quella di Taggia.

"Mi sfugge un particolare. Anzi, a onor del vero sono due. Uno: stando all'assessore competente, il Movimento 5 Stelle non dovrebbe presentare un ordine del giorno bensì (cito) 'protestare con il ministero da cui dipende Ferrovie dello Stato, anzi dovrebbero averlo fatto già da tempo'; se invece lo fa la Lega, tutto ok. O forse mi sono perso gli strali di Berrino anche nei confronti di Senarega che ha avuto l'ardire di depositare un ordine del giorno sullo stesso tema? - prosegue il pentastellato.

"Due: al dicastero in questione, c'era anche un certo Rixi, che fa parte della compagine politica che governa la Liguria insieme all'assessore. Morale: Berrino, nella sua maldestra fretta di attaccare il MoVimento, si è dimenticato di citarlo? Aggiungerei un terzo particolare: ma il contratto regionale con Trenitalia, che peraltro ci vincola fino al 2032 chi l'ha firmato? - chiede Tosi - Assessore, è provato che i mojito sotto il solleone diano alla testa... evidentemente hanno lo stesso effetto anche ostriche e champagne in quel di Cannes".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium