/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2019, 07:11

Taggia: un primo bilancio per il sito turistico e la piattaforma EasyHolidays, i dati dell'estate 2019 parlano di una fase sperimentale del servizio

Una fotografia sulla nuova strategia comunicativa e di marketing territoriale avviata dal Comune di Taggia alcuni mesi fa.

Taggia: un primo bilancio per il sito turistico e la piattaforma EasyHolidays, i dati dell'estate 2019 parlano di una fase sperimentale del servizio

Con la fine dell'estate a Taggia è terminata anche la prima fase di sperimentazione dei nuovi mezzi informatici per incentivare il turismo. Ci riferiamo agli investimenti che l'amministrazione comunale del sindaco Mario Conio ha fatto nei mesi scorsi, affiancando, in particolare, un sito turistico (https://turismo.taggia.it/) a quello istituzionale (quest'ultimo con una nuova veste svecchiata ndr).

La presentazione era avvenuta a metà marzo (LINK) ed era servita per parlare di questo progetto di webmarketing territoriale, attraverso il sito e l'uso della piattaforma EasyHolidays. In altre parole il Comune ha fornito uno spazio virtuale privilegiato per pubblicizzare qualità, servizi, eventi ed attrazioni ma anche per mettere in contatto diretto la domanda con l'offerta, tra chi cerca una camera per dormire e le numerose strutture ricettive presenti sul territorio comunale.

Partiamo dal sito turistico come sta andando? I dati dicono che c'è ancora molto lavoro da fare, ma del resto si tratta dei primissimi mesi e di quello che dagli addetti ai lavori viene definito come un test del sistema. Questa prova si è tradotta in poco più di 13mila accessi totali tra aprile e settembre. Utenti, arrivati al sito turistico in particolare grazie ai canali social, un aspetto tutt'altro che scontato.

Il Comune di Taggia è presente su Facebook con due pagine, una per la macchina amministrativa istituzionale (LINK) e l'altra per la sponsorizzazione dei numerosi eventi che caratterizzano questa cittadina (LINK). A questo traffico considerevole va aggiunta anche l'informazione di rimando fatta con i profili personali e le pagine di sindaco, assessori e consiglieri che fanno di questa amministrazione una delle più attive su questo social network.

Ad oggi, il problema principale da affrontare, rimane l'indicizzazione del sito turistico, ancora assente dai principali motori di ricerca. Del resto non ci sono stati investimenti su pubblicità ma soprattuto sull'uso di quelle parole chiave che contribuiscono al sito di scalare la montagna dei risultati di ricerca. Questioni che saranno affrontate al termine di questa fase sperimentale.

Il principale obiettivo in questo momento non era quello di avere un boom di accessi ma valutare il gradimento della gente verso il nuovo servizio. Se la si guarda da questo punto di vista, il sito turistico ha risposto molto bene alle aspettative. Per gli addetti ai lavori quindi il bilancio è positivo soprattutto per la principale novità introdotta: il servizio EasyHolidays. La sezione “Dove dormire”, ha avuto 227 accessi in 40 giorni, con richieste di camere e servizi da nuclei familiari che vanno da 2 a 5 persone per soggiorni tra i 2 ed i 15 giorni. Queste 'domande di soggiorno' hanno portato ad una conversione pari al 16%. In una seconda fase, questi dati, acquisiti attraverso l'uso della piattaforma di EasyHolidays, si riveleranno preziosi, perchè verranno utilizzati per fare remarketing, veicolando contenuti e suggestioni che potrebbero far tornare a Taggia questi vacanzieri.

Inoltre, questo matching tra domanda ed offerta sul sito, da metà luglio è stato affiancato da EasyIat un ulteriore servizio non pubblicizzato. In altre parole, il servizio virtuale avviato con EasyHolidays ha scoperto una controparte reale grazie allo IAT di Villa Boselli. Il personale all'interno dell'ufficio di informazione turistica nel cuore di Arma di Taggia da metà luglio è stato in grado di gestire le richieste di prenotazioni inviandole per conto dei turisti e restituendo anche un feedback ai richiedenti. Il gradimento della nuova strategia di promozione turistica è stato tangibile tra tutti i diversi attori coinvolti. Attestazioni positive sono arrivate tanto dalle strutture quanto dagli stessi turisti che hanno usufruito di questo servizio.

Il sito turistico è solo un elemento della strategia comunicativa avviata dal Comune. Da quando è salita l'amministrazione Conio, sono nati numerosi progetti con valenza turistica come WinfoBox che tuttavia sembra non godere di adeguato supporto e non essere così conosciuto o utilizzato. A questi si sono aggiunti i nuovi servizi informativi di pubblica utilità, rivolti tanto ai turisti quanto ai residenti, come la app InforMAPP o i più recenti totem multimediali.

L'estate 2019 è stato il banco di prova. Da qui all'anno prossimo saranno necessari numerosi investimenti per migliorare la ricettività del sito turistico e quindi, migliorare l'appeal di questa città in un mercato, quello online, sempre più concorrenziale, competitivo ed in rapida evoluzione.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium