/ Al Direttore

Al Direttore | 17 settembre 2019, 12:47

Taggia: ex Caserme Revelli nel degrado, un nostro lettore chiede maggiore pulizia e controlli

Taggia: ex Caserme Revelli nel degrado, un nostro lettore chiede maggiore pulizia e controlli

Un nostro lettore, Alessandro Pioli, ci ha scritto in relazione all’articolo sulle ex Caserme Revelli:

“Io sono passato domenica in bicicletta nell'area e la pulizia non l'ho vista. Ho trovato lattine, bottiglie di plastica nelle aree che dovrebbero essere verdi. Poi nella parte a ponente anche discariche di materiali inerti. Ho notato anche deiezioni canine in ogni dove, visto che i padroni dei cani li lasciano scorrazzare senza guinzaglio (anche se è vietato), senza parlare che chi sporca con i propri animali non pulisce. Ma la parte più scandalosa è proprio la parte a ponente che assomiglia sempre di più a una discarica a cielo aperto. Io, come altri, ho dei figli e mi piacerebbe usare l'area verde per passeggiare, andare in bicicletta, giocare a pallone anche perchè tutto intorno c'è solo cemento su cemento. In estate è l'unica area piena di alberi dove si ha sollievo dalla calura, perché c'è sempre aria. Ma sarebbe bello prendere aria in una zona con un po’ meno di ‘rumenta’. In mezzo alle ex Caserme c'è anche una scuola: come possono crescere i nostri figli in un'area così brutta e lasciata andare? Poi non ci lamentiamo se i giovani sono come sono, se devono crescere in un posto tanto triste e trascurato. Il Comune ha il progetto praticamente di eliminare l'area giochi dei bambini nel Viale delle Palme, che poi è l'unica zona dedicati ai nostri figli. Prima di iniziare a fare altro cemento in un posto che ne ha visto troppo e nell'unica area un po' verde ad Arma di Taggia, magari inviterei l'Amministrazione a costruire un nuovo parco giochi nella zona delle Caserme in un posto abbastanza centrale e dove ci sono anche dei parcheggi per le auto. In questo modo si sostituirebbe l'area dove vorrebbero fare i lavori con una nuova, i cittadini avrebbero un'alternativa. Altrimenti dove li portiamo i nostri figli per stare un po' all'aperto? Proprio a fianco c'è la scuola elementare potrebbe essere un'area per passare un po' di tempo insieme, senza problemi anche perchè le macchine lì non passano. Infine l'area dove una volta c'era il campo da pallacanestro e poi hanno messo il parco skate è abbandonato a se stesso. Le attrezzature sono spaccate, con ferro che esce da tutte le parti, sarebbe ora di toglierle e di attrezzare l'area in un modo da paese civile: aspettiamo mica che qualcuno si faccia male prima di intervenire? Nell'area in questione abbiamo trovato di tutto, uno scheletro di motorino, delle gomme e ogni tipo di rifiuto. Mi piacerebbe che l'area sia un minimo presidiata in modo che i ragazzi che a volte sporcano, spaccano siano individuati e sanzionati per fare in modo che non si arrechino danni ad un patrimonio che è di tutti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium