/ Politica

Politica | 16 settembre 2019, 17:56

Il Deputato ventimigliese Di Muro (Lega) scrive al premier Conte: “A Macron chieda riapertura frontiera Ventimiglia e rispetto trattato Shengen”

“Negli ultimi giorni – spiega l’onorevole Di Muro – abbiamo assistito a una ripresa degli arrivi di immigrati irregolari nel territorio di Ventimiglia, in controtendenza rispetto al drastico calo nell’ultimo anno, con la stretta voluta dal ministro degli Interni Salvini".

Il Deputato ventimigliese Di Muro (Lega) scrive al premier Conte: “A Macron chieda riapertura frontiera Ventimiglia e rispetto trattato Shengen”

“In vista dell’imminente incontro con il presidente francese Emmanuel Macron, ho ritenuto opportuno scrivere al premier Conte perché sondi la volontà del Governo francese di rispettare l’accordo di Schengen, con conseguente riapertura della frontiera con l’Italia, nonché di appurare la possibilità di ripresa in carico dei migranti respinti alla frontiera nella zona di Ventimiglia, specie se in maniera illegittima e in violazione della normativa internazionale in materia di asilo, come più volte denunciato dalla stampa nazionale”.

Così interviene il deputato ligure della Lega Flavio Di Muro. “Negli ultimi giorni – spiega l’onorevole Di Muro – abbiamo assistito a una ripresa degli arrivi di immigrati irregolari nel territorio di Ventimiglia, in controtendenza rispetto al drastico calo nell’ultimo anno, con la stretta voluta dal ministro degli Interni Salvini. Lo scorso mese di aprile, su mia specifica richiesta, una delegazione del Comitato bilaterale Schengen, Europol e Immigrazione ha effettuato un sopralluogo a Ventimiglia per verificare la situazione al confine dove, grazie alle politiche dello scorso Governo e al drastico calo degli ingressi in Italia nonché all’impegno profuso dalle forze dell’ordine operative in tale zona, si stavano ottenendo importanti risultati sia per il contrasto all’immigrazione clandestina e al traffico di esseri umani sia per la sicurezza del nostro Paese. Oggi la situazione si sta decisamente complicando: come cittadino ventimigliese e come deputato eletto nel collegio Liguria ho ritenuto doveroso sollecitare un intervento del premier Conte perché affronti al bilaterale con Macron la questione: non deve essere la comunità di Ventimiglia a dover ancora una volta pagare sulla propria pelle le conseguenze di una folle politica migratoria da parte dell’Europa”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium