/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2019, 12:00

Situazione critica al carcere di Sanremo tra sovraffollamento, tentativi di rivolta, carenze sanitarie e detenuti senza lavoro (Foto e Video)

Questa mattina la visita del segretario nazionale del SapPe Michele Lorenzo con il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana

La delegazione in visita al carcere di Valle Armea

La delegazione in visita al carcere di Valle Armea

Sovraffollamento, sicurezza, igiene e mancanza di lavoro. Sono solo alcune delle annose criticità che emergono dal carcere di Valle Armea al termine del sopralluogo di questa mattina da parte del segretario nazionale del SapPe Michele Lorenzo e del presidente del consiglio regionale Alessandro Piana.

Un 'tour' della casa circondariale per verificare con mano quanto emerso nelle ultime settimane dalle pagine di cronaca locale. Il culmine di una escalation di violenza ormai nota si è raggiunto qualche giorno fa quando alcuni detenuti stranieri hanno inscenato un vero a proprio tentativo di rivolta. Episodio a margine del quale è emersa anche l'esistenza di una vera e propria distilleria clandestina all'interno del carcere.

E poi la nota questione del sovraffollamento con la casa circondariale matuziana tristemente nota per numeri che superano di gran lunga il limite massimo di capienza. A tutto questo si aggiunge anche la novità della mancanza di lavoro, con i detenuti che si trovano quindi inoccupati durante il giorno. Su 270 detenuti ne lavorano appena una trentina. Infine la nomina del nuovo direttore, procedura che, stando a quanto afferma Michele Lorenzo, sembra essersi arenata.

Le interviste al termine della visita in carcere

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium