/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2019, 08:29

Prima campanella per la nuova 'Pascoli' al Sud Est, la dirigente Fogliarini “La città ci ha dato tanto, ora formiamo le generazioni del futuro” (Foto e Video)

Le polemiche sembrano aver lasciato spazio ad un bisogno di normalità. I genitori si sono presentati in un clima disteso, sottolineando come ad essere importante non sia tanto il luogo quanto la qualità dell'insegnamento che ha da sempre contraddistinto la Scuola Pascoli

Prima campanella per la nuova 'Pascoli' al Sud Est, la dirigente Fogliarini “La città ci ha dato tanto, ora formiamo le generazioni del futuro” (Foto e Video)

Questa mattina anche per i moduli della scuola ‘Pascoli’ sistemati sulla passeggiata Salvo d’Acquisto al Sud Est di Sanremo è suonata la campanella del primo giorno di scuola. Le polemiche sembrano aver lasciato spazio ad un bisogno di normalità.

LE INTERVISTE ALLE AUTORITÀ ED IL PARERE DI ALCUNI GENITORI


I genitori si sono presentati in un clima disteso, sottolineando come ad essere importante non sia tanto il luogo quanto la qualità dell'insegnamento che ha da sempre contraddistinto la scuola 'Pascoli'. All'ingresso nei nuovi spazi scolastici erano presenti la dirigente, Anna Maria Fogliarini, il sindaco Alberto Biancheri, gli assessori Costanza Pireri (Servizi Sociali) e Massimo Donzella (Lavori Pubblici) ed i rappresentanti della ditta che ha fornito i moduli che ospitano le 13 classi dell'istituto. È stata proprio la dirigente Fogliarini a rivolgere un importante messaggio ai bambini in questo primo giorno di scuola: “La città ci ha dato tanto, ora formiamo le generazioni del futuro”.

Per il post Sud Est ci sono diverse soluzioni all’orizzonte. Una è l’accorpamento con altre scuole del territorio sanremese, l’altra è la stipula di una convenzione con l’Università di Genova e con il Prof. associato Stefano Podestà, docente di tecnica delle costruzioni, per analizzare quanto verificato sulla vecchia ‘Pascoli’ e per studiare l’agibilità futura dei primi due piani del vecchio plesso. Le prime risposte arriveranno entro fine novembre. In questo modo l'amministrazione vuole accertare se davvero la vecchia 'Pascoli' è irrecuperabile o se ci sia una speranza di recuperare qualche spazio riutilizzabile.

Uno scenario nuovo e clamoroso dopo le voci circolate nelle scorse settimane sull'ipotesi di vendita (seccamente smentite dall'amministrazione) o di abbattimento per nuovo utilizzo in futuro. Se le verifiche con l'Università di Genova daranno gli esiti sperati, la vecchia 'Pascoli' potrà essere almeno parzialmente recuperata per un utilizzo pubblico.

Per quanto riguarda, invece, la nuova organizzazione per le scuole superiori ex 'Pascoli' (momentaneamente ospitate in altri istituti e, dal 2020, al Mercato dei Fiori), l'amministrazione ha concordato con la Riviera Trasporti una serie di corse dedicate per fare in modo che tutti possano raggiungere senza difficoltà le diverse scuole. Un progetto che prenderà forma con il passare delle prime settimane quando si potranno verificare con maggiore chiarezza le dinamiche e i numeri dei ragazzi che useranno il bus per raggiungere la scuola.

Pietro Zampedroni

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium