/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2019, 13:18

Badalucco: 49° Festival dello 'Stoccafisso alla Baucogna', la grande festa che unisce la comunità (Foto e Video)

Un piatto che racchiude tradizione ed amore per il proprio paese, oltre all'unione di una comunità. Vi raccontiamo le emozioni che si vivono con questa manifestazione che negli anni è passato dall'essere una semplice sagra a diventare un festival vero e proprio.

Badalucco: 49° Festival dello 'Stoccafisso alla Baucogna', la grande festa che unisce la comunità (Foto e Video)

Si rinnova ancora una volta la grande tradizione culinaria dello ‘Stoccafisso a Baucogna’, la famosa sagra giunta alla sua 49ª edizione. 3 quintali della celebre ricetta (LINK) sono stati serviti oggi dalla Pro Loco dopo una lunga preparazione.

VIDEO SERVIZIO 



Il segreto è sempre l’olio extravergine d’oliva. Aglio, prezzemolo, acciughe, pinoli, sono alcuni degli elementi che accompagnano il sugo che poi esalta l’ingrediente principale. Si tratta di un piatto dalla cottura lenta, almeno 8 ore, una cucina di pazienza. Un termine non casuale perché leggenda vuole che fu lo stoccafisso, questo merluzzo essiccato, a salvare il paese nel XVI° secolo da un assedio dei saraceni. All’epoca le grandi scorte di questo pesce arrivavano al borgo perchè principale centro di smistamento della zona rispetto ai grandi flussi di pesce che approdavano sulla banchina di Porto Maurizio (Imperia).

Oggi il taglio del nastro su questa 49ª edizione è avvenuto per mano del sindaco Matteo Orengo affiancato dagli assessori regionali Marco Scajola e Gianni Berrino. Poco dopo i rappresentanti delle istituzioni sono stati raggiunti da un altro personaggio noto legato alla riviera dei fiori, Vittorio De Scalzi, il famoso cantante e polistrumentista celebre anche per aver fondato i New Trolls.

Negli anni questa festa organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Badalucco è stata accompagnata sempre da diversi momenti collaterali che l’hanno portata a crescere, passando da semplice sagra a qualcosa di più, un vero e proprio Festival lungo un giorno. Così non sono mancati giochi per i bambini con i gonfiabili, il mercatino, la musica con la banda S.Cecilia al mattino e la più scanzonata ‘Bandakadabra’, realtà rinomata legata da tempo a questo borgo. Diversi anche i momenti di spettacolo con il Max Cuciti Show e la sua box freestyle, seguito da Castadiva e backstage ladies, con protagonista la provocazione del burlesque ed il cabaret. Il tutto chiuso dalla compagnia di ballo Urban Theory, finalisti locali nel noto programma televisivo Italia’s got talent.

Nonostante questo aspetto c’è un elemento che accompagna da sempre questa giornata che cade puntuale ad ogni terza domenica di settembre: l’atmosfera che si vive in paese. Camminando per i carruggi di questo borgo è normale ritrovarsi ad annusare nell’aria il profumo verace di questa pietanza che sa di famiglia e amore per le tradizioni del territorio. In questa giornata ogni angolo del paese è in festa. Le cantine dei privati vengono aperte ad amici e parenti ed è ‘il’ giorno dedicato alla condivisione ed allo stare in compagnia, uniti in questa ricetta.

Nel frattempo mentre c'è chi passeggia, la Pro Loco con i suoi tanti volontari, vecchie e nuove generazioni si danno da fare per preparare il miglior ‘Stoccafisso a Baucogna’. Non è un semplice cucinare è qualcosa di più. Osservarli mostra l’unione di una comunità. Ora si guarda già al 2020, 50 candeline per questa manifestazione. Una data simbolica e da domani si partirà già a mettere nel pentolone le tante idee da cucinare in tempo per la prossima edizione. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium