/ Attualità

Attualità | 13 settembre 2019, 10:12

Area Sanremo 2019 ecco il bando: iscrizioni aperte per i corsi al via dal 18 ottobre. Un'opportunità per salire sul palco del Festival tra le Nuove Proposte

Gli interventi delle autorità: il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri; il neo presidente dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo, Livio Emanueli; il direttore artistico di Area Sanremo, Massimo Cotto.

E' stato pubblicato il bando per Area Sanremo 2019 che quest'anno si svolgerà in due fasi. La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni ed eliminatorie; nella fase successiva, invece, dall’8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori.

Da questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. L’intera manifestazione anche quest’anno sarà gratuita in tutte le sue fasi grazie all’intervento di un importante sponsor. Continua inoltre la collaborazione con il CPM Music Institute come Educational Partner che terrà tutti i corsi di Area Sanremo. Primo importante e necessario criterio per iscriversi al concorso è avere un brano inedito, per i dettagli consultare l’intero regolamento. Il bando si può visionare a questo LINK.

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri attesta: "L'edizione 2019 di Area Sanremo sarà all'insegna del rinnovamento. Congiuntamente, Comune e Orchestra Sinfonica, hanno deciso di rimodulare l'evento al fine di consolidarlo e poter ripartire con maggiori ambizioni. La garanzia dei due posti al Festival e la copertura dei costi di iscrizione da parte di uno sponsor, di cui presto comunicheremo il nome, sono i punti fermi per un nuovo inizio".

Il neo presidente dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Livio Emanueli, dichiara: "Si parte con grande entusiasmo per un'Area Sanremo di qualità. Presto verrà comunicata la composizione della Commissione di Valutazione dei ragazzi che sarà composta da cinque musicisti di fama. Nonostante l'assenza di selezioni sul territorio nazionale, siamo fiduciosi che gli iscritti al concorso saranno numerosi anche quest'anno e che a Sanremo si comincerà presto a respirare aria di Festival". 

Al di là dei numeri l’importante è che Area Sanremo faccia uscire ragazzi di livello come è stato con Mahmood - conclude Emanueli - a noi interessa molto la qualità e non sempre la quantità, anche se capiamo bene che per alcune categorie, come i negozianti, anche i numeri siano importanti”.

Confermata la presenza di Massimo Cotto in qualità di direttore artistico della gara mentre si attendono importanti novità in giuria. Stando alle indiscrezioni pare che l’organizzazione abbia contattato alcuni grandi nomi della canzone italiana ma, per il momento, tutto resta nel massimo riserbo siccome mancano ancora le firme e le ufficialità. Di certo si sa che quattro giurati e il presidente saranno tutti rappresentanti ‘diretti’ del mondo della musica. Addio a personaggi legati, in qualche modo, alle case discografiche, scelta figlia delle polemiche nate negli anni scorsi. I nomi dei giurati saranno comunicati in via ufficiale entro la fine del mese.

Il direttore artistico di Area Sanremo, Massimo Cotto, giornalista, scrittore e speaker di Virgin Radio, afferma: "Si ricomincia, finalmente. Con grande entusiasmo, con la voglia di scoprire nuovi talenti, di condividere esperienze, suoni e visioni, anche grazie ai corsi affidati nuovamente a Franco Mussida. Ai ragazzi dico una cosa soltanto, perché alle parole preferisco i fatti: ci sono due posti liberi al festival di Sanremo. Uno può essere vostro. Dovete solo iscrivervi e dimostrarci che lo meritate".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium