/ Cronaca

Cronaca | 09 settembre 2019, 16:37

Tenta di rubare un borsello in spiaggia ad Arma di Taggia, ma viene fermato: il giudice non convalida l'arresto

Il giudice Francesca Minieri non ha accolto la richiesta di convalida dell’arresto avanzata dal Pubblico Ministero Francesca Buganè Pedretti, perché non sarebbe avvenuto in flagranza di reato

Tenta di rubare un borsello in spiaggia ad Arma di Taggia, ma viene fermato: il giudice non convalida l'arresto

Ha tentato di rubare un borsello in spiaggia con dentro il portafogli e un cellulare dal valore di 450 euro. Un furto non riuscito, grazie all’intervento della vittima, che ha visto l’episodio avvenuto ieri in una spiaggia sul lungomare di Arma di Taggia. L’autore, E.A. M. B. 30 anni, algerino, con precedenti specifici alle spalle, è stato arrestato e questo pomeriggio processato per direttissima.

Il giudice Francesca Minieri non ha accolto la richiesta di convalida dell’arresto avanzata dal Pubblico Ministero Francesca Buganè Pedretti, perché non sarebbe avvenuto in flagranza di reato. Per l’algerino, che ha ammesso ogni addebito, difeso dall’avvocato Davide La Monica, sostituito dall’avvocato Ramadan Tahiri, è scattato comunque l’obbligo di firma due volte a settimana. Il processo continuerà il 5 dicembre prossimo.

Il borsello, secondo la ricostruzione degli inquirenti, era stato appeso dal bagnino della spiaggia alla staccionata di delimitazione dello stabilimento. Il trentenne algerino lo ha visto incustodito e ha cercato di prenderlo, prima dell’intervento tempestivo del legittimo proprietario.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium