/ Al Direttore

Al Direttore | 06 settembre 2019, 07:31

Sanremo: artigiano si ritrova il passo carrabile sempre occupato ma è lui ad essere multato, ora si rivolge al Giudice di Pace

L'uomo ci racconta i disagi patiti per il passo carrabile sempre occupato.

Sanremo: artigiano si ritrova il passo carrabile sempre occupato ma è lui ad essere multato, ora si rivolge al Giudice di Pace

"Ho un'attività artigianale in Sanremo con accesso del veicolo aziendale su passo carrabile, regolarmente segnalato, autorizzato e pagato, su una via ad alto traffico veicolare. Tutti i giorni subisco il parcheggio selvaggio soprattutto da parte degli avventori del discount che ha aperto da qualche anno. Quotidianamente per poter entrare o uscire dal passo carrabile devo aspettare che il proprietario finisca di fare la spesa, il tutto con notevole disagio e ritardi sui servizi che fornisco ai miei clienti".

Interviene in questo modo un matuziano, Fabio M., che segnala un fatto a suo modo di vedere paradossale che avviene molto spesso nella città dei fiori, ai suoi danni. "Pagando un passo carrabile - prosegue - ho la possibilità di chiedere l'intervento della Polizia Municipale affinché possa intervenire per sanzionare o all'occorrenza rimuovere il mezzo che intralcia il mio passaggio senonché, caso vuole, ogni qualvolta che chiedo l'intervento dei Vigili Urbani, questi o arrivano con notevole ritardo o non intervengono per nulla, rendendo di fatto inutile il passo carrabile. Oltre questo disagio, vivo il paradosso di ricevere io stesso i verbali per parcheggio vietato davanti al mio passo carraio, infatti per poter accedere alla mia attività, devo necessariamente sostare con il mezzo sul marciapiede antistante, senza dare intralcio alla viabilità e ai pedoni, per il tempo che impiego a scendere dal mezzo, aprire le porte dell'officina e risalire facendo manovra, circa 2 minuti e in questo breve lasso di tempo, sono riuscito ad essere destinatario di 3 sanzioni per divieto di sosta rilevato con il famoso Street Control”.

"Da qui il paradosso - termina Fabio - chiamo per far valere i miei diritti e per contro vengo sanzionato io stesso! Ora, dopo aver ricevuto l'ennesimo verbale, ho deciso di presentare ricorso al Giudice di Pace per chiarire una volta per tutte se può essere tollerabile una situazione del genere".

Direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium